Inizio pagina

Una pubblicazione commemorativa celebra i primi 20 anni di esistenza del documento chiave dell’OSCE in materia di promozione del controllo democratico delle forze armate e di sicurezza

Comunicato stampa, 05.12.2014

Didier Burkhalter, presidente in carica dell’OSCE per il 2014 e presidente della Confederazione Svizzera, ha presentato la pubblicazione commemorativa 20 Years of OSCE Code of Conduct on Politico-Military Aspects of Security e consegnato solennemente l’opera al segretario generale dell’OSCE Lamberto Zannier, in rappresentanza dell’intera comunità OSCE. La pubblicazione commemorativa è stata realizzata dalla sezione Relazioni Internazionali Difesa del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) e vanta contributi di accademici nonché di rappresentanti di alcuni Stati partecipanti dell’OSCE. Il contenuto è focalizzato sugli importanti traguardi raggiunti nei primi 20 anni di esistenza del Codice di condotta dell’OSCE relativo agli aspetti politico-militari della sicurezza e propone idee e prospettive per il suo futuro sviluppo all’interno e all’esterno dell’OSCE.

Didier Burkhalter, presidente in carica dell’OSCE per il 2014 e presidente della Confederazione Svizzera, consegna solennemente la pubblicazione commemorativa a Lamberto Zannier, segretario generale dell’OSCE.
Didier Burkhalter, presidente in carica dell’OSCE per il 2014 e presidente della Confederazione Svizzera, consegna solennemente la pubblicazione commemorativa a Lamberto Zannier, segretario generale dell’OSCE. © FDFA

in occasione di un evento speciale organizzato nel quadro del 21° Consiglio dei ministri dell’OSCE a Basilea, il ministro degli esteri svizzero e presidente in carica dell’OSCE Didier Burkhalter ha presentato al segretario generale dell’organizzazione Lamberto Zannier una pubblicazione commemorativa realizzata per celebrare i primi 20 anni del Codice di condotta dell’OSCE relativo agli aspetti politico-militari della sicurezza.

La pubblicazione intende tributare un omaggio alla peculiare e importante storia nonché allo sviluppo, ai traguardi e alla portata del documento chiave dell’OSCE in materia di controllo democratico delle forze armate e di sicurezza, ovvero il Codice di condotta relativo agli aspetti politico-militari della sicurezza adottato nel 1994.

L’opera, che è stata ideata e realizzata dallo Stato maggiore Relazioni Internazionali Difesa del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), vuole essere un tributo alla dimensione politico-militare dell’OSCE e vanta contributi di accademici e di rappresentanti di alcuni Stati partecipanti dell’OSCE nonché del Segretariato dell’organizzazione. Il testo illustra i principali traguardi raggiunti nei primi 20 anni di esistenza del Codice e suggerisce prospettive e idee per il suo futuro sviluppo sia all’interno che all’esterno dell’OSCE.

«Il Codice ha rappresentato un vero progresso in ambito politico-militare. Volto a rafforzare la sicurezza cooperativa e la fiducia, il dispositivo è stato il primo strumento multilaterale a includere norme e principi finalizzati a disciplinare e controllare a livello nazionale e internazionale le forze armate e la sicurezza su larga scala», ha dichiarato Burkhalter, che ha anche aggiunto: «A tutt’oggi il Codice gode del massimo consenso da parte di tutti gli Stati partecipanti dell’OSCE ed è considerato il principale documento in materia di principi intergovernativi e norme intrastatali sul controllo democratico delle forze armate e di sicurezza».

All’atto della consegna della pubblicazione commemorativa al segretario generale OSCE, Burkhalter ha dichiarato che la diffusione del Codice di condotta e la sensibilizzazione in merito a tale documento sono stati due aspetti prioritari della presidenza svizzera dell’OSCE nel 2014.

Zannier ha ringraziato Burkhalter per il suo ruolo di guida e aggiunto che la pubblicazione rappresenta un ottimo spunto di riflessione e ispirazione.

«Venti anni or sono, in occasione del Vertice di Budapest, i negoziatori del Codice dettero prova di grande lungimiranza: a tutt’oggi, infatti, le prescrizioni del Codice restano estremamente attuali», ha affermato Zannier.

La pubblicazione commemorativa è destinata al grande pubblico, ma anche a parlamentari, professionisti, esperti e accademici che si occupano del Codice di condotta e che ne hanno seguito o plasmato in prima persona il continuo sviluppo, l’implementazione e l’attuazione nell’arco degli ultimi due decenni.

Co-editori e alcuni autori della pubblicazione commemorativa con il presidente in carica OSCE Didier Burkhalter e il segretario generale OSCE Lamberto Zannier (da sinistra a destra: il ten col Thomas Schmidt, Fabian Grass, il col Prasenjit Chaudhuri, il col SMG Hans Lüber, il presidente in carica dell’OSCE Didier Burkhalter, Lamberto Zannier, il ten col Detlef Hempel, il dott. Alexandre Lambert e il col SMG Anton Eischer)
Co-editori e alcuni autori della pubblicazione commemorativa con il presidente in carica OSCE Didier Burkhalter e il segretario generale OSCE Lamberto Zannier (da sinistra a destra: il ten col Thomas Schmidt, Fabian Grass, il col Prasenjit Chaudhuri, il col SMG Hans Lüber, il presidente in carica dell’OSCE Didier Burkhalter, Lamberto Zannier, il ten col Detlef Hempel, il dott. Alexandre Lambert e il col SMG Anton Eischer). © DFAE

Ultima modifica 26.01.2022