Impegno svizzero

Foto del segretario generale delle Nazioni
Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon in visita a Berna nel 2012 © UN Photo/Jean-Marc Ferré

Dalla sua adesione, avvenuta nel settembre 2002, la Svizzera si è profilata quale membro attivo delle Nazioni Unite (ONU), che collabora in modo mirato e costruttivo alle soluzioni. Dopo 10 anni d'adesione, il Consiglio federale traccia un bilancio positivo del nostro impegno.

La Svizzera gode di una particolare credibilità nella comunità dei popoli poiché non esercita alcuna politica di forza e non persegue alcun obiettivo nascosto.

Dal momento che non è possibile risolvere da soli le grandi sfide del nostro tempo, è anche nell’interesse della Svizzera battersi per il rafforzamento dell’ONU. In questo senso il nostro paese partecipa attivamente al dibattito sulle riforme dell’ONU e ha più volte contribuito alle soluzioni con idee e proposte pragmatiche. Un esempio è costituito dall’istituzione del Consiglio ONU per i Diritti Umani, alla cui origine vi è un’idea della Svizzera.

Anche per altri compiti la Svizzera segue la strada dell’ONU quando una procedura coordinata a livello internazionale è più opportuna ed efficiente di singoli progetti, come per la politica di pace e di sicurezza, per la cooperazione allo sviluppo e l’aiuto umanitario, come pure per temi economici, sociali e culturali. Il quadro dell’ONU è anche importante per imporre e sviluppare a livello mondiale il diritto internazionale pubblico.

Svizzeri svolgono importanti cariche dell’ONU

Il riconoscimento dell’impegno svizzero si riscontra non da ultimo nel fatto che Svizzeri occupano importanti posti in seno alle Nazioni Unite, sia quali collaboratori dell’ONU che esperti indipendenti.