Organizzazione internazionale della Francofonia

Mappamondo dei membri della Francofonia
L’Organizzazione internazionale della Francofonia (OIF) è composta da 88 Stati membri; 54 Stati membri effettivi (viola), 27 Stati osservatori (verde), 7 Stati associati (arancione). © Organisation internationale de la Francophonie

La Francofonia è uno spazio di cooperazione multilaterale tra gli Stati e i Governi che ne sono membri. La cooperazione si fonda su valori universali e interessi comuni tra cui il pluralismo linguistico e culturale, la democrazia, i diritti umani e lo sviluppo sostenibile.

Con il termine «francofonia» si intendono tutti i territori e le persone che utilizzano il francese come prima lingua, come lingua amministrativa o come lingua di cultura. Il francese è parlato da oltre 274 milioni di persone e resta la seconda lingua straniera più diffusa a livello globale.

È in Niger, nel 1970, che è stata fondata l’Agenzia di cooperazione culturale e tecnica, l’istituzione che ha aperto la strada alla creazione dell’Organizzazione internazionale della Francofonia (OIF) istituita nel 2005.

Organizzazione internazionale della Francofonia in tutto il mondo (fr) (PDF, 2.3 MB)

Valori e obiettivi

L’OIF promuove gli scambi tra rappresentanti dei Governi e della società civile nei Paesi francofoni. Conta 54 Stati membri, 27 osservatori e 7 associati. I suoi valori sono sanciti dalla Carta della Francofonia, adottata in occasione del Vertice della Francofonia svoltosi in Vietnam nel 1997 e completata nel 2005 in Madagascar. La Carta difende la solidarietà, la pace, la democrazia, lo sviluppo sostenibile e lo Stato di diritto in tutti i Paesi francofoni.

Il Vertice di Erevan, che ha avuto luogo l’11 e il 12 ottobre 2018 in Armenia, ha ribadito questi valori sia nella Dichiarazione che nelle varie risoluzioni adottate da tutti i Paesi membri. L’Organizzazione internazionale della Francofonia si è anche impegnata a favore della difesa dei diritti delle donne adottando una strategia che incentiva l’uguaglianza tra donne e uomini nello spazio francofono e l’Appello di Erevan («Appel d’Erevan pour le vivre ensemble») che chiede di rafforzare la solidarietà tra i popoli e sottolinea l’importanza e la ricchezza del vivere insieme nella diversità.

Struttura dell’OIF

Per raggiungere i suoi obiettivi l’OIF dispone dei seguenti quattro organi:

Conferenza dei capi di Stato e di Governo (Vertice della Francofonia)

Conferenza ministeriale (CMF)

Consiglio permanente (CPF)

Conferenze ministeriali permanenti (Conferenza dei ministri dell’educazione, CONFEMEN, e Conferenza dei ministri della gioventù e dello sport, CONFEJES)

Collaborazione con le agenzie specializzate

L’OIF collabora con le quattro agenzie specializzate elencate di seguito. 

Agenzia universitaria della Francofonia (AUF)

Le università della Svizzera romanda, il Politecnico federale di Losanna (PFL), l'Alta scuola specializzata della Svizzera occidentale e molti altri istituti sono membri dell’AUF. La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) sostiene l’AUF dal 1998. La Svizzera siede nel consiglio di amministrazione di questo organismo.

Agenzia universitaria della Francofonia (AUF)

TV5 Monde

La Svizzera è tra i Paesi fondatori di questa rete televisiva francofona internazionale lanciata nel 1984. I programmi di TV5 Monde sono trasmessi in 11 lingue in oltre 200 Paesi diversi.

TV5 Monde

Associazione internazionale dei sindaci francofoni (AIMF)

L’AIMF è una rete di autorità locali che realizza progetti e promuove valori comuni. 

Associazione internazionale dei sindaci francofoni (AIMF)

Università Senghor

La Svizzera fa parte del consiglio di amministrazione di questa istituzione con sede ad Alessandria d’Egitto che forma esperte ed esperti africani in materia di sviluppo.

Università Senghor (fr)