Inizio pagina

Comunicato stampa, 22.06.2022

Dal 27 giugno 2022 le persone con statuto di protezione S possono cambiare contanti di denaro ucraino in franchi svizzeri. L’operazione sarà possibile un’unica volta, in determinate banche commerciali e per un importo limitato. Il Consiglio federale ha approvato questa soluzione in occasione della seduta del 22 giugno 2022.

Il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale delle finanze, d'intesa con la Banca nazionale svizzera (BNS), di elaborare una proposta per consentire ai rifugiati ucraini presenti sul territorio nazionale di cambiare i contanti di denaro ucraino in franchi svizzeri. Ora ha approvato la soluzione proposta e ha deciso, in collaborazione con la BNS e le banche commerciali che vi aderiscono, di consentire tale scambio. Dal 27 giugno 2022 le persone adulte con statuto di protezione S possono cambiare un importo massimo di 10 000 grivnia, pari a circa 300 franchi svizzeri, effettuando l'operazione un'unica volta e in determinate filiali di UBS e Credit Suisse. Il tasso di cambio è fissato dalla banca centrale dell'Ucraina.

La soluzione approvata si ispira ai programmi proposti dall'Unione europea, già messi in atto da alcuni Stati membri come la Germania, l'Italia, la Svezia, i Paesi Bassi e il Belgio.

Il traffico dei pagamenti senza contanti da e verso l'Ucraina è garantito. Consentendo agli ucraini con statuto di protezione S di cambiare denaro contante, la Svizzera fornisce loro ulteriori mezzi di sussistenza.


Indirizzo per domande:

Comunicazione
Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI
Tel. +41 58 462 46 16, info@sif.admin.ch


Editore

Il Consiglio federale
Dipartimento federale di giustizia e polizia
Dipartimento federale degli affari esteri
Dipartimento federale delle finanze

Ultima modifica 28.01.2022

Contatto

Comunicazione DFAE

Palazzo federale ovest
3003 Berna

Telefono (solo per i giornalisti):
+41 58 460 55 55

Telefono (per tutte le altre richieste):
+41 58 462 31 53