La Svizzera è pronta a inviare aiuti in Giappone

Berna, Comunicato stampa, 16.03.2011

Il Consiglio federale ha appreso con sgomento la notizia della catastrofe naturale che ha devastato il nord-est del Giappone. La Svizzera è pronta a prestare aiuti immediati e ha ufficialmente presentato un’offerta in tal senso.

Il Consiglio federale ha appreso con profonda costernazione la notizia di uno dei più gravi terremoti nella storia del Giappone e dello tsunami da esso provocato. L’entità dei danni causati dalla catastrofe naturale non può ancora essere accertata con precisione, ma le prime immagini inducono a temere ingenti distruzioni. 

La Svizzera esprime al governo e al popolo giapponese il proprio cordoglio e il sentimento di profonda solidarietà. Il Dipartimento federale degli affari esteri DFAE ha offerto aiuti al Giappone. Il Corpo svizzero di aiuto umanitario è pronto a inviare un team di esperti in tempi brevissimi. Sono in corso accertamenti per valutare quale forma di aiuto potrebbe essere necessaria. L’Aiuto umanitario della Confederazione osserva le conseguenze dello tsunami anche negli altri paesi colpiti (in particolare Filippine e Indonesia).  

La rappresentanza svizzera a Tokyo è al lavoro per mettersi in contatto con gli Svizzeri presenti nella regione colpita. Le linee telefoniche in parte interrotte o sovraccariche rendono tuttavia difficili le comunicazioni. Per il momento non risultano cittadini elvetici tra le vittime della catastrofe. Il DFAE si sta attivando per dotare l’ambasciata di maggiori risorse a livello di personale.


Indirizzo per domande:

Per maggiori informazioni:
Informazione DFAE, tel. +41 31 322 31 53


Editore

Il Consiglio federale
Dipartimento federale degli affari esteri