Dialogo sui diritti umani tra la Svizzera e il Tagichistan

Berna, Comunicato stampa, 22.06.2010

Il 22 giugno 2010, si è svolta a Dushanbe la prima tornata del dialogo sui diritti umani tra la Svizzera e il Tagichistan. Il dialogo, incentrato in particolare sui diritti umani e sulla possibilità di realizzare progetti concreti, è stato lanciato ufficialmente dalla Consigliera federale Micheline Calmy-Rey in occasione della sua visita di lavoro in Asia centrale nell’ottobre 2009.

La delegazione svizzera era diretta da Rudolf Knoblauch, ambasciatore per le questioni di politica dei diritti dell’uomo, Divisione politica IV, Sicurezza umana, del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). I colloqui, svoltisi in un clima di apertura e di rispetto reciproco, hanno consentito un proficuo scambio di opinioni. Entrambe le parti hanno sottolineato l’importanza che in futuro annetteranno al dialogo sui diritti umani. 

In collaborazione con la DSC e con il programma dell’Ufficio di cooperazione di Dushanbe, la Divisione politica IV intende sviluppare una strategia comune, sfruttare le sinergie e promuovere il sostegno reciproco nel quadro di un approccio interdipartimentale. 

Trattandosi del primo incontro tra i due paesi, in entrata è stata fornita una panoramica dello strumento svizzero del dialogo sui diritti umani e ne sono stati presentati obiettivi e aspettative.  

I colloqui sulla politica dei diritti umani si sono focalizzati sulle questioni riguardanti il Consiglio dei diritti dell’uomo, sulla situazione dei migranti tagichi in Russia, sui diritti della donna, sulla violenza domestica e sulla pena di morte.


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri