La Svizzera assume la presidenza del Consiglio d’Europa

Berna, Comunicato stampa, 18.11.2009

La Svizzera ha assunto oggi per sei mesi la presidenza del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa, principale organo decisionale del Consiglio d’Europa. Tale funzione è stata trasmessa alla Consigliera federale Micheline Calmy-Rey, capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), dal suo predecessore, il ministro degli affari esteri sloveno, Samuel Žbogar, durante una riunione dei Delegati del Comitato dei Ministri a Strasburgo. In questa occasione il capo del DFAE ha presentato le priorità della Svizzera.

Dal 18 novembre 2009 all’11 maggio 2010, la Svizzera assicurerà la Presidenza del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa. La Consigliera federale Micheline Calmy-Rey ha presentato le priorità della presidenza svizzera ai rappresentanti del Comitato dei Ministri a Strasburgo, ricordando che la Svizzera attribuisce un’importanza fondamentale al rispetto dei valori che figurano alla base dell’identità dell’Europa. Essa ha indicato che, dando seguito agli impegni assunti in occasione del Vertice di Varsavia nel 2005 e proseguendo gli sforzi profusi nelle precedenti presidenze, la Svizzera porrà l’accento su tre assi principali di lavoro : la protezione dei diritti umani e la preminenza del diritto, il rafforzamento delle istituzioni democratiche, l’aumento della trasparenza e dell’efficacia del Consiglio d’Europa. 

In questo contesto la Svizzera presterà particolare attenzione al futuro della Corte europea dei diritti dell'uomo quale garante dei diritti umani e delle libertà fondamentali in Europa. Tale istituzione è confrontata a sfide straordinarie che superano ampiamente le sue attuali capacità. Al fine di discutere le riforme indispensabili e l’attuazione di una strategia a lungo termine, la Svizzera inviterà i rappresentanti degli Stati membri nonché di organizzazioni internazionali a una conferenza di alto livello a Interlaken nel febbraio 2010. La presidenza svizzera continuerà inoltre a promuovere la ratifica rapida del protocollo n. 14 da parte di tutti gli Stati membri.

Nel quadro della sua allocuzione, il ministro degli affari esteri ha inoltre espresso vivo compiacimento riguardo alla sua futura stretta collaborazione con il nuovo Segretario generale, Thorbjørn Jagland, al fine di aumentare la trasparenza e l’efficacia del Consiglio d’Europa e di rafforzare il dialogo e la cooperazione tra il Comitato dei Ministri e l’Assemblea parlamentare.

Come vuole la tradizione e per inaugurare l’assunzione della presidenza, la Svizzera presenta un’esposizione dedicata al Premio svizzero del design 2009, apertasi oggi al Palazzo d’Europa, in presenza del capo del DFAE e di numerosi invitati.  


Informazioni supplementari:

www.eda.admin.ch/ConseilEurope


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri