Il Ministro degli esteri tedesco Westerwelle a Berna

Berna, Comunicato stampa, 12.11.2009

La consigliera federale Micheline Calmy-Rey ha ricevuto giovedì il Ministro degli esteri tedesco Guido Westerwelle, due settimane dopo la sua entrata in carica, per colloqui di lavoro. Prima dell’incontro, il Ministro degli esteri tedesco ha concesso una visita di cortesia al Presidente della Confederazione Hans-Rudolf Merz.

In occasione dell’incontro con Micheline Calmy-Rey, capo del Dipartimento federale degli affari esteri DFAE, sono state discusse questioni bilaterali e temi d’attualità internazionale e di politica europea. Si è parlato tra l’altro dell’imminente Presidenza svizzera del Consiglio d’Europa, degli impegni e dei buoni uffici a favore della comunità internazionale.  

La consigliera federale Calmy-Rey ha espresso riconoscenza al Ministro degli esteri Westerwelle per aver concesso una visita di lavoro alla sua vicina Svizzera subito dopo la sua entrata in carica. Si tratta di un chiaro segnale di disponibilità a un dialogo diretto e costruttivo che fa ben sperare per la futura collaborazione.  

La consigliera federale ha illustrato le strette relazioni tra i due Paesi vicini anche nell’interesse del partner più grande, la Germania. I sette milioni di svizzeri acquistano in effetti il doppio di prodotti tedeschi rispetto agli oltre 300 milioni di americani.  

Considerate le strette relazioni è normale che sorgano divergenze che però devono essere affrontate e risolte in modo costruttivo. La consigliera federale ha menzionato le limitazioni tedesche in materia di voli d’avvicinamento all’aeroporto di Zurigo come un problema che perdura da tempo tra i due Stati. Lo studio sull’inquinamento fonico terminato di recente e allestito in comune costituisce ora una base scientifica per trovare una soluzione adeguata affinché il rumore degli aerei disturbi complessivamente meno persone.  

La consigliera federale Calmy-Rey ha inoltre menzionato l’intensa collaborazione internazionale della Svizzera sulle questioni fiscali. Con la decisione del Consiglio federale del marzo di quest’anno di riprendere le regole internazionali dell’OCSE in materia di assistenza amministrativa, la collaborazione viene ulteriormente estesa. La Svizzera si impegnerà a far rispettare gli standard riconosciuti a livello mondiale da tutti gli Stati, indipendentemente dalla loro grandezza e dal loro peso politico.


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri