Inizio pagina

Interni certificati e sostenibili ad Abu Dhabi

L’edificio che ospita l’Ambasciata di Svizzera negli Emirati arabi uniti.
L’Ambasciata di Svizzera negli Emirati arabi uniti occupa locali in affitto di superficie ridotta all’interno di un grattacielo (© UFCL)

Gli Emirati arabi uniti (EAU) hanno, come gli Stati Uniti, una delle impronte ecologiche più elevate al mondo: 4,6. In altre parole, per disporre delle risorse necessarie a garantire a tutti il livello di vita degli EAU servirebbero 4,6 pianeti Terra. L’Ambasciata di Svizzera ad Abu Dhabi si è pertanto decisa ad impegnarsi in un’iniziativa a favore dello sviluppo sostenibile.   

Aerazione a sostenibilità certificata 

La certificazione statunitense Leadership in Energy and Environmental Design (LEED), rilasciata dall’US Green Building Council, attesta che un edificio è stato concepito, progettato e realizzato secondo criteri di sostenibilità misurabili. Gli interni dell’Ambasciata di Svizzera ad Abu Dhabi sono certificati LEED Silver dal 2015. Da questo punto di vista è particolarmente importante il sistema di aerazione. In un Paese dove la temperatura annua media è di circa 28 °C, non servono impianti di riscaldamento, ma è fondamentale il sistema di raffreddamento. L’edificio dispone di un impianto di condizionamento dell’aria centralizzato con recupero di calore. 

Vengono inoltre utilizzati apparecchi che distribuiscono in modo ottimale l’energia di raffreddamento nei locali. Anche i condizionatori sono estremamente efficienti: grazie a un compressore trasportano energia di riscaldamento da un punto da raffreddare verso un ambiente più caldo, allontanando quindi il calore. Gli uffici sono collegati l’uno all’altro e non serve dunque un sistema di raffreddamento per ogni locale. 

Nell’ambasciata vengono poi impiegate lampade a risparmio energetico e l’illuminazione è ottimizzata tramite sensori e timer. Gli sforzi non si limitano per altro all’energia, ma riguardano anche l’acqua: per gli scarichi delle toilette e il raffreddamento degli impianti di condizionamento viene utilizzata acqua di recupero.

Copia della certificazione LEED Silver ottenuta dall’ambasciata.
L’Ambasciata di Svizzera ad Abu Dhabi ha ottenuto nel 2015 la certificazione LEED Silver. (© DFAE)

Un’ulteriore sfida: i trasporti 

L’ambasciata occupa locali in affitto di superficie ridotta all’interno di un grattacielo. L’edificio si trova in prossimità del centro congressi ed esposizioni di Abu Dhabi (ADNEC) dove si svolgono numerose conferenze internazionali. Le delegazioni svizzere vengono ospitate in un hotel situato a una distanza percorribile a piedi sia dall’ADNEC sia dall’ambasciata. Non vi è quindi necessità di utilizzare mezzi di trasporto, situazione non comune per Abu Dhabi, città dove la maggior parte delle persone si sposta in auto. 

Oltre a limitare l’uso delle automobili, l’ambasciata informa i propri autisti sulle condotte di guida che consentono di ridurre i consumi di carburante. I rifornimenti vengono annotati in libretti di bordo e in seguito discussi. 

Attualmente l’ambasciata sta valutando se il rimborso dei biglietti o degli abbonamenti dei mezzi pubblici possa costituire un incentivo sufficiente affinché almeno una parte dei collaboratori, in avvenire, si rechi al lavoro più spesso in autobus. 

Sensibilizzazione al riciclaggio 

Un altro importante aspetto dell’operato rispettoso dell’ambiente dell’Ambasciata di Svizzera è rappresentato dal riciclaggio. Gesti che nel nostro Paese fanno ormai parte della quotidianità, negli EAU sono relativamente sconosciuti. Inizialmente non è stato quindi semplice trovare aziende che raccogliessero il materiale riciclato e garantissero il corretto svolgimento delle successive fasi del processo. 

Un caso particolare è rappresentato dal riciclaggio degli atti passati nel distruggi-documenti per cui l’ambasciata, nel 2017, ha ricevuto un diploma che attesta il salvataggio di 53 alberi. L’iniziativa ha destato grande interesse ad Abu Dhabi e ha permesso di fare un primo passo avanti verso la sensibilizzazione della popolazione all’importanza della sostenibilità. 

Un altro appuntamento fondamentale in tal senso sarà l’esposizione mondiale Expo 2020, che si terrà a Dubai e affronterà temi quali la protezione del clima e la conservazione delle risorse. 

L’Expo costituirà anche l’occasione per presentare al grande pubblico degli Emirati l’esperienza di lunga data della Svizzera nella gestione transfrontaliera delle acque (Blue Peace). 

In generale, il dialogo tra la Svizzera e gli EAU sui temi della sostenibilità è positivo, in particolare per quanto riguarda l’uso scrupoloso di risorse idriche scarse e le strategie sostenibili per la sicurezza alimentare e i cambiamenti climatici. 

Nel 2018, infine, l’ambasciatrice è stata nominata rappresentante permanente della Svizzera presso l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA).

Ultima modifica 26.01.2022