Relazioni bilaterali Svizzera–Australia

Le relazioni bilaterali sono buone e sempre più intense. Nel marzo del 2012 sono stati avviati a Canberra dialoghi politici ed economici che proseguiranno anche in futuro. L'Australia ospita una delle più grandi comunità di svizzeri all'estero. Questo paese è un crocevia nel campo dell'istruzione e della ricerca.

Priorità delle relazioni diplomatiche

All'inizio di marzo 2012, la Svizzera ha avviato a Canberra un dialogo politico che dovrà proseguire con scadenza annuale. Una prima fase del dialogo finanziario, compresa la firma del relativo memorandum d'intesa (Memorandum of Understanding, MoU), si è svolta nel marzo del 2012.

Entrambi i Paesi sono interessati a migliorare in tempi rapidi le condizioni quadro per gli scambi commerciali e gli investimenti bilaterali. Per questo, alla fine del 2011 sono stati conclusi i negoziati concernenti la revisione della Convenzione che evita le doppie imposizioni.

Trattati bilaterali

Sito ufficiale del governo australiano (en)

Dipartimento australiano degli affari esteri (en)

Cooperazione economica

Gli scambi commerciali bilaterali sono modesti, ma si stanno intensificando. Nel 2011 le esportazioni sono salite a 2,5 miliardi CHF, con un aumento del 17,4% rispetto al 2010. Anche le importazioni dall'Australia verso la Svizzera sono migliorate nel 2011, salendo da 320 milioni a 487 milioni CHF e facendo così registrare un incremento del 52% rispetto all'anno precedente.

Nel 2011 la Svizzera era al quinto posto tra i Paesi di provenienza degli investimenti (investimenti diretti stranieri, FDI), con oltre 40’000 posti di lavoro creati in Australia. Nel 2009 gli investimenti diretti superavano i 13 miliardi di USD.

Il turismo riveste un'importanza sempre maggiore: dagli anni '80 del XX secolo, sono sempre di più i cittadini svizzeri che visitano l'Australia come turisti o per soggiorni linguistici. Nonostante il franco svizzero forte, nel 2011 i turisti australiani in Svizzera sono aumentati dell'8,2% rispetto all'anno precedente. Nel 2010 circa 43’000 turisti svizzeri hanno invece trascorso le vacanze in Australia.

La Camera di commercio svizzero-australiana (Swiss Australian Chamber of Commerce and Industry, SACCI), conta oltre 250 membri.

Sostegno commerciale (Switzerland Global Enterprise)

Segreteria di Stato dell'economia SECO/Informazioni sul Paese (fr)

Cooperazione nel settore dell'istruzione

L'Australia rappresenta per la Svizzera un'importante piattaforma nel settore accademico e scientifico. Lo Swiss Australian Academic Network (SAAN) si è affermato come organizzazione aperta e interattiva che promuove lo scambio tra universitari svizzeri e australiani. I cittadini svizzeri rappresentano il gruppo più consistente di studenti di inglese come seconda lingua (English as a second language) in Australia.

I ricercatori e gli artisti australiani possono candidarsi per una borsa di studio d’eccellenza universitaria della Confederazione Svizzera presso la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI). I giovani professionisti australiani possono approfondire le loro conoscenze professionali e linguistiche in Svizzera nel quadro di un accordo sui tirocinanti.

Borse di studio universitarie della Confederazione Svizzera

Accordo sui tirocinanti

Scambi culturali

Considerata la distanza, i contatti sono stretti ed eccellenti. Tra i due Paesi si è instaurato un intenso scambio di artisti con organizzazione di tournee e mostre a intervalli regolari.

Le svizzere e gli svizzeri in Australia

Alla fine del 2011 in Australia vivevano 23’378 cittadini svizzeri. Insieme agli USA e al Canada, l'Australia ospita la più importante comunità svizzera d'oltreoceano.

Storia delle relazioni bilaterali

I primi svizzeri arrivarono nella regione di Sidney solo alcuni anni dopo la creazione del primo insediamento nel 1788. Per assistere a un vero e proprio flusso migratorio dalla Svizzera bisogna però attendere il 1839, con la nomina di Charles Joseph La Trobe a sovrintendente e, successivamente, a governatore di Victoria. Le sue relazioni facilitarono l’emigrazione dalla regione di Neuchâtel e dal Seeland bernese di numerosi agricoltori, che fondarono importanti aree vinicole nello Stato di Victoria. A metà del XIX secolo, la corsa all’oro attirò circa 2000 cercatori ticinesi.

Alla fine del XIX secolo l'Australia divenne una meta particolarmente interessante per i commercianti e gli artigiani svizzero-tedeschi. Nella seconda metà del XX secolo l'emigrazione svizzera assunse un carattere più individuale e molti emigranti si stabilirono a Sydney e a Melbourne.

I primi consolati svizzeri furono aperti nel 1855 a Sydney e nel 1856 a Melbourne. Altre rappresentanze consolari erano presenti nelle città di Adelaide (1879–1918) e di Brisbane (1889–1933). Le relazioni diplomatiche furono allacciate nel 1961 con l’apertura di un’ambasciata a Canberra. L'ambasciata d'Australia a Berlino è competente anche per la Svizzera. Il consolato generale d'Australia si trova a Ginevra. Nel 2012 è stato aperto un consolato onorario a Zurigo.

Iscrizione nel Dizionario storico della Svizzera