Inizio pagina

Il diritto internazionale umanitario impone dei limiti al modo in cui vengono condotti i conflitti armati e le guerre. L’obiettivo è proteggere la popolazione civile e le persone che non partecipano più alle ostilità, come i prigionieri. I diritti umani, il diritto dei rifugiati, il diritto penale internazionale e varie legislazioni nazionali completano tale protezione.

In veste di Parte contraente delle Convenzioni di Ginevra, la Svizzera si impegna a favore della protezione della popolazione civile nei conflitti armati. Le sue priorità sono 

  • la promozione del rispetto del diritto internazionale umanitario da parte di tutte le parti in conflitto, compresi i gruppi armati non statali
  • l’impegno concreto a fianco della popolazione civile, per esempio proteggendo gli ospedali
  • la definizione di condizioni quadro adeguate per le attività umanitarie, come previsto dal diritto internazionale umanitario, per esempio attraverso dibattiti all’interno dell’Assemblea generale dell’ONU e del Consiglio di sicurezza (la Svizzera guida un gruppo di Stati di idee affini alle Nazioni Unite)

Ultima modifica 20.04.2022

  • L’accesso rapido e senza ostacoli da parte delle organizzazioni umanitarie è di centrale importanza per le popolazioni coinvolte, la Svizzera ha messo a punto misure volte ad assicurare l’accesso umanitario

  • La Svizzera si impegna nello sviluppo di linee guida e raccomandazioni per le procedure di accertamento dei fatti, di sorveglianza e di controllo

  • Protezione dei profughi interni e impegno per i loro diritti; priorità della politica svizzera dei diritti dell’uomo

  • Informazioni sulla politica umanitaria della Svizzera in materia di violenza di genere

  • Impegno e lavoro di prevenzione della Svizzera nella lotta contro l’arruolamento di bambini soldato

  • Protezione della popolazione civile possibile soltanto nell’ambito di un dialogo; iniziative della Svizzera per un maggior rispetto del diritto internazionale umanitario da parte di gruppi armati

Contatto

Divisione Pace e diritti umani

Bundesgasse 32
3003 Berna

Telefono

+41 (0)58 462 30 50

Fax

+41 (0)58 463 89 22