Relazioni bilaterali Svizzera–Timor-Leste

Gli scambi politici ed economici tra i due Paesi sono modesti. La cooperazione allo sviluppo finanzia singoli progetti in maniera mirata. La Svizzera ha inoltre inviato osservatori elettorali per le elezioni presidenziali e parlamentari del 2007, del 2012 e del 2017.

Priorità delle relazioni diplomatiche

L’Ambasciata di Svizzera a Giacarta, Indonesia, espleta le prestazioni diplomatiche e consolari per Timor Est. La Svizzera e Timor Est hanno relazioni diplomatiche dal 2002.

Gli incontri bilaterali tra i due Paesi sono relativamente rari. A seconda dei casi, la Svizzera sostiene piccoli progetti mirati nell’ambito dell’aiuto allo sviluppo e della sicurezza umana.

Banca dati dei trattati internazionali

Governo di Timor Est, sito ufficiale (en)

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

La collaborazione tra i due Paesi è legata soprattutto a progetti di sviluppo. Dopo i violenti scontri del 1999, la Confederazione fornisce aiuto attraverso il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR), l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (ACNUR), il Programma alimentare mondiale (PAM) e l’emittente radiofonica creata dalla Fondation Hirondelle.

Per anni la Svizzera ha inoltre sostenuto finanziariamente piccoli interventi mirati nel campo della cooperazione allo sviluppo.

Dal 2013 due esperti regionali di riduzione del rischio e gestione di catastrofi sono stanziati a Bangkok per sostenere progetti della DSC nel Sud-Est asiatico e nel Pacifico e per poter intervenire rapidamente in caso di catastrofe naturale in queste regioni. Questi esperti sono anche a disposizione dell’ASEAN per rafforzare la sua capacità di gestire i rischi di catastrofe e reagire rapidamente.

Le svizzere e gli svizzeri in Timor-Leste

In base alla Statistica sugli Svizzeri all’estero, alla fine del 2017 a Timor Est risiedevano nove cittadini svizzeri.

Storia delle relazioni bilaterali

Dopo 450 anni di colonizzazione portoghese e una breve guerra civile, nel 1975, poco dopo la dichiarazione d’indipendenza, Timor Est viene annesso dall’Indonesia.

Nel 1999, al termine di scontri sanguinosi, il Paese passa sotto l’amministrazione transitoria dell’ONU (UNTAET e UNMIT). La Svizzera fornisce un ampio sostegno alle vittime e destina fondi per finanziare le forze di pace dell’ONU.

Le relazioni diplomatiche sono formalizzate nel 2002 in occasione della 57a Assemblea generale dell’ONU, con la firma di un comunicato congiunto da parte dell’allora consigliere federale Joseph Deiss e del ministro degli affari esteri José Ramos Horta.

La Svizzera partecipa alle missioni di osservazione per le elezioni organizzate dall’Unione europea nel 2007 in occasione delle presidenziali e, in seguito, delle legislative, inviando ogni volta due osservatori. Per le elezioni del 2012 la Svizzera invia un solo osservatore e alle elezioni parlamentari tenutesi a luglio 2017 partecipa in qualità di osservatrice.