Validi il:
Diffusi il: 27.02.2018

Consigli di viaggio – Siria

I consigli di viaggio poggiano su un'analisi della situazione attuale effettuata dal DFAE. Sono permanentemente controllati e se necessario aggiornati.
Si prega inoltre di leggere anche le raccomandazioni generali per tutti i viaggi come pure la rubrica focus, parte integrante dei presenti Consigli di viaggio.

Valutazione sommaria

Si sconsigliano i viaggi a destinazione di Siria come pure i soggiorni di qualsiasi tipo.

Cittadini svizzeri che vogliono restare nel Paese, o che decidono di viaggiare in Siria, nonostante la raccomandazione del DFAE, devono essere consapevoli che la Svizzera non potrà fornire praticamente alcun servizio e non avrà nessuna possibilità di prestare soccorso durante le emergenze.

L’Ambasciata di Svizzera a Damasco è stata chiusa il 29 febbraio 2012. I cittadini svizzeri chi abitano in Siria saranno assistiti dall’Ambasciata di Svizzera a Beirut (Tel. +961 1 324 129).
Ambasciata di Svizzera a Beirut
Helpline DFAE

In Siria regna un conflitto armato. Attacchi aerei, pesanti combattimenti tra le forze di sicurezza siriane, i loro alleati e gruppi d’opposizione armati come pure combattimenti tra i diversi gruppi di opposizione reclamano giornalmente morti e feriti. Tutto il paese è interessato, comprese le città di Aleppo e Damasco. Praticamente ogni giorno avvengono attacchi dinamitardi. Vaste aree sono minate.

Parti del territorio siriano non sono più sotto il controllo del Governo nazionale, bensì di vari gruppi con background differenti, tra cui figurano anche movimenti estremisti come lo «Stato islamico» (ISIS) e formazioni vicine ad al-Qaida.

Il rischio di rapimento è elevato sia per gli indigeni che per gli stranieri. Esempi:

  • eventi ricorrenti: sequestri di massa di persone del posto
  • un cittadino giordano in novembre 2017
  • un cittadino italiano in febbraio 2016
  • una giornalista tedesca in ottobre 2015
  • tre giornalisti spagnoli in luglio 2015
  • due collaboratori di un’associazione umanitaria italiana ad Aleppo e diversi soldati di pace dell’ONU sulle alture del Golan in agosto 2014
  • un gruppo di impiegati di un’organizzazione medico-umanitaria in gennaio 2014

Per il loro rilascio è richiesto un riscatto e/o la liberazione di detenuti. Il gruppo estremista IS ha ucciso diversi giornalisti e collaboratori di organizzazioni umanitarie straniere sequestrati.

Chi entra in Siria illegalmente, deve aspettarsi una pena detentiva fino a 10 anni e/o multe molto elevate.

Indirizzi utili

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a Beirut
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.