La Svizzera chiede l’apertura di un’inchiesta internazionale in seguito all’assalto delle forze israeliane

Berna, Comunicato stampa, 31.05.2010

Il DFAE esprime la sua viva preoccupazione per i gravi incidenti avvenuti al largo della Striscia di Gaza in seguito all’assalto delle forze militari israeliane contro un convoglio di navi internazionali intento a portare aiuti umanitari agli abitanti di Gaza. La Svizzera chiede che venga aperta un’inchiesta internazionale sulle circostanze che hanno portato a questo grave avvenimento.

Il DFAE deplora la morte di numerosi civili così come i feriti, tra cui anche militari israeliani ed esprime il proprio cordoglio alle famiglie delle vittime e ai loro parenti. La Svizzera chiede che venga aperta un’inchiesta internazionale affinché possa essere fatta luce sulle circostanze che hanno portato a questo grave avvenimento. A fini informativi, il DFAE ha invitato l’Ambasciatore d’Israele per esprimergli la propria preoccupazione su quanto accaduto.

Conformemente alle Convenzioni di Ginevra, Israele è tenuto a garantire alla popolazione il rifornimento di generi alimentari, medicinali e altri beni umanitari di cui abbisogna. La Svizzera ritiene necessario trovare una soluzione che possa migliorare in modo durevole il rifornimento e la ricostruzione di Gaza. In tale contesto ha proposto a più riprese l’istituzione di un meccanismo internazionale che garantisca l’accesso alla Striscia di Gaza e tenga conto delle esigenze d’Israele in materia di sicurezza.


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri