Imprese

Le piccole e medie imprese costituiscono la spina dorsale dell’economia svizzera. Tuttavia, anche numerose multinazionali si sono stabilite nel Paese.

Macchinari in un capannone
Buehler AG, Uzwil. © Hanspeter Baertschi

L’economia svizzera si basa in gran parte sulle piccole e medie imprese (PMI), con meno di 250 occupati. Le PMI rappresentano circa il 99% di tutte le aziende svizzere e assicurano circa i due terzi di tutti i posti di lavoro. 

Un numero significativo di multinazionali ha sede in Svizzera. Il più grande gruppo per numero di dipendenti è il gruppo alimentare Nestlé, che conta 328’000 collaboratori in tutto il mondo. In termini di capitalizzazione di borsa, in Svizzera si trovano 15 dei 500 maggiori gruppi mondiali, attivi nei settori farmaceutico (Novartis, Roche), finanziario (UBS, Credit Suisse) o del commercio delle materie prime (Glencore Xstrata). 

Molte aziende svizzere, in particolare tra le PMI, sono aziende familiari. Negli ultimi dieci anni circa è aumentato il numero di manager stranieri nelle imprese svizzere.

Tra il 2006 e il 2014 la percentuale di stranieri è salita dal 36% al 42%.

Informazioni supplementari