Mandato dell’aiuto umanitario: Salvaguardare vite umane

L’Aiuto umanitario svizzero persegue lo scopo di contribuire, mediante misure preventive e di soccorso, a preservare la vita umana in pericolo e ad alleviare le sofferenze. A livello multilaterale opera a favore di un sistema internazionale più efficace in grado di rispondere alle crisi umanitarie.

L’azione umanitaria della Svizzera si fonda sulla legge federale del 19 marzo 1976 sulla cooperazione allo sviluppo e l’aiuto umanitario internazionali e, per il periodo 2017-2020, sul messaggio del Consiglio federale concernente la cooperazione internazionale. Oltre a prevenire i rischi legati alle catastrofi naturali, l’Aiuto umanitario svizzero sostiene i Paesi partner nell’implementazione di meccanismi d’intervento rapido, assiste le vittime in situazioni di crisi o conflitti armati e si impegna, in particolare, per garantire l’accesso illimitato alle popolazioni nel bisogno e la loro protezione.

Un impegno fedele al diritto internazionale umanitario

L’impegno della Svizzera trasmette in modo particolare lo spirito del diritto internazionale umanitario e dei relativi principi fondamentali. In tutti i suoi programmi e nelle sue attività tiene conto dell’uguaglianza tra uomo e donna e degli aspetti legati al rispetto dei diritti dell’uomo, dell’ambiente e del buongoverno. Tutte le vittime di crisi sono assistite senza distinzione di razza, sesso, lingua, religione, opinione politica o appartenenza sociale.

A livello multilaterale, la Svizzera si batte a favore di un sistema internazionale più efficace per rispondere alle crisi umanitarie. Il sostegno sia finanziario che operativo fornito ai partner multilaterali, così come le azioni concrete attuate sul campo dal Corpo svizzero di aiuto umanitario, rendono la Svizzera un partner credibile, rispettato e influente sul piano umanitario.