Bolivia

La cooperazione svizzera allo sviluppo in Bolivia si concentra sugli ambiti del buongoverno, dello sviluppo economico, della formazione professionale, del cambiamento climatico e dell’ambiente. Il sostegno in particolare alle fasce più giovani e alle donne nelle zone rurali e periurbane dell’altopiano e delle valli andine e la trasmissione delle conoscenze sono prioritari nel periodo che precede la fine del programma di cooperazione bilaterale (fine 2024). 

Cartina della Bolivia
© DFAE

Negli ultimi dieci anni la Bolivia ha registrato una crescita dell’economia e del reddito attribuibile soprattutto alle esportazioni di gas naturale, petrolio e prodotti minerari. Benché i programmi sociali realizzati dallo Stato per la ridistribuzione della ricchezza abbiano portato a una diminuzione della povertà, la Bolivia resta uno dei Paesi più poveri dell’America latina. Le entrate provenienti dal commercio delle materie prime sono diminuite del 25% negli ultimi tre anni. Dopo i cambi di governo avvenuti nel 2019 e nel 2020, la Bolivia deve affrontare sfide economiche e politiche sempre maggiori e fare i conti con una crescita economica debole. L’economia incontra notevoli sfide dovute alla bassa produttività, alla sottoccupazione, alla mancata diversificazione, alla scarsa competitività sul piano internazionale e a un’importante economia sommersa.

Dopo oltre 50 anni di cooperazione allo sviluppo caratterizzata da successi, alla fine del 2024 la Svizzera porrà fine al proprio impegno bilaterale nel Paese. Continuerà a essere presente nella regione andina con l’aiuto umanitario e i programmi globali su cambiamento climatico e acqua e curerà gli scambi in materia di politica di sviluppo.

La Svizzera coordina le proprie attività per la conclusione del programma bilaterale e nell’ambito del trasferimento delle conoscenze con enti governativi e altre organizzazioni nazionali e internazionali nonché con altri Paesi che operano in Bolivia.

Buongoverno

Promozione dello Stato di diritto e rafforzamento della società civile

Provvedimenti mirati nei progetti della cooperazione svizzera allo sviluppo favoriscono un migliore accesso alla giustizia per ampie cerchie della popolazione, soprattutto nelle regioni rurali. I programmi per uno Stato di diritto più efficace pongono inoltre l’accento sulla riduzione della violenza sulle donne. Negli ultimi anni le condizioni quadro necessarie affinché la società civile possa svilupparsi in modo libero sono visibilmente peggiorate. [A1] La Svizzera e la comunità internazionale dei donatori si impegnano a favore di un dialogo costruttivo e di una cultura del compromesso tra la società civile e il Governo.

Buongoverno

Sviluppo economico

Sviluppo economico e produttivo con maggiore inclusione e pari opportunità

La DSC interviene principalmente nel campo della formazione professionale, mentre la SECO concentra i suoi sforzi sul commercio sostenibile. La Svizzera è in grado di fornire un valido contributo nel settore della formazione professionale per i gruppi svantaggiati della popolazione grazie alla sua esperienza e alle conoscenze acquisite in diversi Paesi dell’America latina. In questo ambito, i progetti mirano a dare a chi si diploma nelle scuole professionali, alle famiglie di produttori, come pure alle microimprese e alle piccole imprese un migliore accesso a prestazioni finanziarie e non finanziarie o a nuovi mercati. Per quanto riguarda lo sviluppo sostenibile (nel quadro dell’Agenda 2030), vengono attuate collaborazioni tra aziende svizzere attive in Bolivia e la DSC nel campo della formazione professionale. L’ampliamento della produzione e l’aumento della produttività sono altri aspetti importanti dei progetti svizzeri.

Cambiamento climatico e ambiente

Prevenzione dei rischi e miglioramento della capacità di resistenza

La Svizzera si impegna affinché le risorse naturali vengano sfruttate in maniera sostenibile.

Per quanto riguarda il cambiamento climatico, il contributo svizzero si concentra soprattutto sulle misure di adattamento. Aspetti fondamentali in questo ambito sono la gestione dell’acqua e del suolo come pure la riduzione del rischio di calamità attraverso la prevenzione e l’anticipazione delle catastrofi. La SECO sostiene misure per uno sviluppo sostenibile delle città. La progressiva urbanizzazione comporta anche sfide dal punto di vista ambientale; la DSC si dedica in particolare alle questioni legate alle acque di scarico e ai rifiuti.

Cambiamento climatico e ambiente

Storia della cooperazione

Interventi apprezzati grazie a un impegno di lunga data

La cooperazione svizzera allo sviluppo è molto apprezzata in Bolivia in virtù del suo impegno pluriennale ed efficace nel Paese, dove è presente dal 1968. La Bolivia è dal 1981 un Paese prioritario della DSC e dal 2017 rientra tra gli Stati beneficiari delle misure complementari della Segreteria di Stato dell’economia (SECO). Il programma viene costantemente adeguato alle condizioni sociali ed economiche del Paese.

Progetti attuali

Oggetto 1 – 12 di 16

Strengthening policy dialogue on DRR & RR of Andean countries

14.11.2022 - 31.10.2025

The project aims at strengthening policy dialogue on Disaster Risk Reduction and Rapid Response among Andean countries in particular and within the Latin America countries in general. The participation of SDC’s key partners in DRR and humanitarian events (e.g. the yearly Humanitarian Network and Partnership Week) will facilitate knowledge exchange, experience sharing and increased collaboration within the region. The project will further contribute to this by engaging in knowledge management supporting regional policy dialogue, and by financially contributing to specific events.


Building Regional Adaptive capacity and resilience to climate variability and change in Vulnerable sectors in the Andes (BRAVA)

01.06.2021 - 31.12.2026

SDC contributes to the World Meteorological Organisation’s ENANDES project, aiming to increase the resilience of 6 Latin-American countries to climate change. With the support of Swiss researchers and experts from MeteoSwiss, the project will increase the predictive capabilities of the responsible national authorities and support co-design of Weather, Water and Climate Services across the region, to the benefit of the local population, including the most vulnerable.


El Agua Nos Une - Water stewardship: evidence-based decisions

01.01.2021 - 31.03.2026

Based on Switzerland’s decade long experience on private sector engagement and empowerment of public institutions, El Agua Nos Une programme focuses on strengthening evidence-based decisions for better water governance, in 4 Latin American countries. It envisions systemic change towards corporate water use efficiency and pollution mitigation, mobilizing stakeholders and investments in ecosystem preservation; contributing to a more equitable society and responsible water use.


Sustainable and Innovative Rural Water, Sanitation and Hygiene (SIRWASH)

01.10.2020 - 31.12.2024

The Sustainable and Innovative Rural Water, Sanitation and Hygiene (SIRWASH) initiative improves enabling policy, innovation and knowledge environments and fosters the required capacities to provide sustainable quality water, sanitation and hygiene (WASH) services to rural communities – in particular poor households and vulnerable people – in Bolivia, Brazil, Colombia, Haiti and Peru. It builds on Switzerland’s over 20 years of experience in strengthening rural WASH systems in Peru and Colombia.


Socioeconomic recovery of micro and small enterprises, agricultural production units and organizations providing social services within the framework of the COVID-19 pandemic

20.08.2020 - 30.04.2022

Due to the devastating impact of COVID-19 on Bolivia’s economy, many micro and small enterprises are facing bankruptcy. As they are the backbone of the Bolivian economy and responsible for most of its job creation, employees and the self-employed are seeing huge job losses and rising food insecurity. This project will help preserve jobs and increase the resilience of micro and small enterprises by providing sanitary support measures in the short term, and by promoting alternative and innovative business models in the long-term.


Bioculture and Climate Change

01.04.2020 - 31.10.2023

Bolivia is highly vulnerable to the effects of Climate Change, particularly in its regions of greater population density and poverty. Over two phases, the program has helped Bolivia to improve the resilience capacity of its most vulnerable communities, while in parallel building up and strengthening the public sector’s capacity in this area. The third and final phase aims to consolidate the mechanisms put in place by the State to implement its climate change related policies at national and subnational levels.


PIA-ACC - Applied Research Project for Climate Change Adaptation

01.10.2019 - 30.06.2023

Bolivia is highly vulnerable to the effects of Climate Change. Thus, scientific information needs to be generated and used to upscale the communities’ capacity for resilience. Universities are key players in the area of research and have the potential to support development. This project aims to strengthen the capacity and sustainability of the Bolivian university systems. Results shall be shared with public institutions to ensure greater adherence to and impact on public policy.


Gestión integral del agua

01.01.2019 - 31.12.2022

In Bolivia, Switzerland has been supporting the Ministry of the Environment and Water in improving integrated water and watershed management for several years. In this last phase of the project, support is given to the consolidation and implementation of the “Plan Nacional de Cuencas” (National Watershed Plan) to ensure water security and increase the climate resilience of vulnerable populations. Consolidation includes better coordination among various state levels, sectors and institutions and the systematization and capitalization of experiences and results.


BIOCULTURA 2015 - 2019

01.06.2015 - 31.07.2020

En los últimos cinco años el programa Biocultura ha elaborado un enfoque compatible con el medio ambiente para el desarrollo con las comunidades rurales, conocido en Bolivia como el "Vivir Bien". Tambien ha contribuido a la definición de un marco legal sobre el tema del cambio climático.  En la segunda fase de su implementación 15.000 familias en 400 comunidades han recibido apoyo para asimilar el cambio climático, y además se ha realizado capacitaciones nacionales para una gestión eficiente y transparente del presupuesto climatico nacional.       


Integral water management

Fotografia: Micro-bacino Tajzara / Gestione idrica integrale / Mauricio Panozo.

01.09.2014 - 31.12.2018

Since 2007 Bolivia is implementing a national Watershed-policy, which is based on a 20-years-project work of Swiss EZA in this area and which aims for an integral water management. Together with other providers Switzerland supports the implementation of the 2nd phase of the national plan for Watershed-management on national level and in the 4 Andean departments.  This way, the resilience of 62.500 families will be improved directly and of 300.000 indirectly in the next 4 ½ years.


Angewandte Forschung zur Anpassung an den Klimawandel

01.06.2013 - 30.06.2019

Bolivien ist von den negativen Auswirkungen des Klimawandels (KW) stark betroffen – insbesondere 500‘000 besonders anfällige in Armut lebende Familien in den Höhenlagen der Anden. Mit dem Projekt soll die Resilienz von armen Familien in den Anden verbessert werden. Mittels eines Wettbewerbs sollen in 4 Jahren rund 100 Forschungsprojekte der zwei bekanntesten Universitäten des Landes finanziert werden. Es geht dabei um angewandte Forschung zu Themen, die den konkreten Bedürfnissen der am stärksten vom KW betroffenen andinen Dorfgemeinschaften entsprechen.


Oggetto 1 – 12 di 16