Relazioni bilaterali

La Svizzera e il Sudafrica sono legati daintrattengono relazioni intense e articolate. Il Sudafrica è un Paese strategico per la Svizzera ed è di gran lunga uno dei suoi più importanti partner economici sunel continente africano. Le priorità della collaborazione a livello governativo sono la cooperazione economica, l’’istruzione, la ricerca e l’’innovazione.

Priorità delle relazioni diplomatiche

Nel marzo del 2008 la Svizzera e il Sudafrica hanno firmato un Memorandum d’’intesa riguardante l’’approfondimento della cooperazione nell’’ambito della pace, della promozione della sicurezza e dei diritti umani, dell’’economia e del commercio, dello sviluppo economico, della migrazione, della formazione professionale, della scienza e della cultura. Da allora, tra i due Paesi si svolgono annualmente consultazioni politiche tra i due Paesi a livello di delegati per discutere in merito alla cooperazione attuale e futura.

La cooperazione in ambito finanziario è disciplinata da una convenzione per evitare le doppie imposizioni e da un accordo sullo scambio automatico di informazioni. Il commercio è agevolato grazie a un accordo concluso tra l’’Unione doganale dell’’Africa australe (SACU) e l’’Associazione europea di libero scambio (AELS). 

Banca dati dei trattati internazionali

Southern African Development Community (en)

Cooperazione economica

Il Sudafrica rappresenta per la Svizzera uno dei principali partner economici sunel continente africano. Nel 20197 il volume degli scambi bilaterali ha superato l’3,5 miliardi di franchiCHF. La Svizzera ha importato dal Sudafrica soprattutto metalli preziosi ed esportato nel Paese prodotti farmaceutici, macchinari, strumenti di precisione e orologi.

Più di 100 aziende svizzere hanno con filiali o stabilimenti di produzione in Sudafrica e hanno creato circa 750’’000 posti di lavoro. Uno Swiss Business Hub per la promozione del commercio e degli investimenti è integrato nell’’Ambasciata di Svizzera a Pretoria.

Sostegno commerciale, Switzerland Global Enterprise SGE

SwissCham Southern Africa (en)

Cooperazione nei settori della formazione, della ricerca e dell’innovazione

L’accordo di cooperazione scientifica e tecnologica firmato nel 2007 ha istituito formalmente il programma  di ricerca congiunto Svizzera-Sudafrica (SSAJRP, Swiss-South Africa Joint Research Programme). 

Da allora, il SSAJRP ha sostenuto 61 progetti di ricerca congiunti realizzati dal Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (FNS) e dalla National Research Foundation (NRF) nel campo delle tecnologie pulite e verdi, dei sistemi sostenibili, delle malattie trasmissibili, delle malattie non trasmissibili, dei big data con particolare attenzione all’astronomia, alle scienze sociali e alle scienze umane. Per rafforzare ulteriormente la cooperazione bilaterale nel campo della ricerca, nel 2020 il FNS e l’NRF hanno firmato un accordo sulla lead agency. La procedura di lead agency fa parte del programma di finanziamento del progetto e interessa i ricercatori e le ricercatrici in Svizzera e in Sudafrica che desiderano condurre un progetto di ricerca transfrontaliero. 

La collaborazione nel campo della ricerca è incoraggiata anche al di fuori dei progetti di ricerca formalizzati, nell’ambito della mobilità, per esempio in occasione delle visite professionali di ricercatori e ricercatrici svizzeri e sudafricani.  

Ricercatori e studenti sudafricani possono candidarsi per una borsa di studio d’eccellenza della Confederazione svizzera presso la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI). 

Lo Swiss South African Business Development Programme (SSABDP), secondo fiore all’occhiello dello SSAJRP, riunisce giovani imprenditori e imprenditrici svizzeri e sudafricani allo scopo di stimolare uno spirito innovativo e creare reti commerciali tra i continenti. Le startup in visita sono chiamate «Swiss/South African Venture Leaders».

Università di Basilea, programma di ricerca congiunto Svizzera-Sudafrica (en)

Università di Basilea, programma di ricerca congiunto Svizzera-Sudafrica, collaborazione tra università e settore industriale (en)

Borse d’eccellenza della Confederazione svizzera per ricercatori e artisti stranieri (SEFRI)

Le svizzere e gli svizzeri in Sudafrica

In base alla Statistica sugli Svizzeri all’’estero, alla fine del 20197 in Sudafrica risiedevano 840368 cittadini svizzeri, soprattuttoconcentrati nelle due province economicamente più sviluppate: Gauteng e Western Cape. Si tratta della maggiore comunità svizzera sul suolo africanoin Africa; quasi la metà dei cittadini svizzeri residenti nel continente vive in Sudafrica.

Scambi culturali

Le relazioni tra la Svizzera e il Sudafrica sono caratterizzate da intensi scambi culturali, soprattutto nell’’ambito della musica e del ballo. I progetti spesso coinvolgono partner privati. Pro Helvetia è presente in Sudafrica con un ufficio a Johannesburg.

Ufficio di Pro Helvetia a Johannesburg (en)

Storia delle relazioni bilaterali

Dopo l’arrivo dei primi Svizzeri in Sudafrica, le relazioni commerciali si sviluppano rapidamente nella seconda metà del XIX secolo.

Il primo consolato svizzero in Sudafrica viene aperto nel 1887 a Pretoria; nel 1916 segue l’apertura di un altro consolato a Città del Capo. La rappresentanza a Pretoria diventa infine un’ambasciata nel 1960.

La Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) opera in Sudafrica durante la fase finale dell’apartheid, all’inizio degli anni 1990, impegnandosi affinché la transizione al nuovo sistema politico sia il meno possibile violenta. Durante le prime elezioni democratiche la Svizzera è presente con 100 osservatori elettorali. La Svizzera sostiene anche il lavoro della Commissione per la verità e riconciliazione in Sudafrica (South African Truth and Reconciliation Commission, TRC).

Sudafrica, Dizionario storico della Svizzera