Relazioni bilaterali

La Svizzera e lo Zambia intrattengono buone relazioni diplomatiche. Dal 1° novembre 2015 la Svizzera è rappresentata in Zambia dall’Ambasciata di Svizzera di Dar es Salaam (Tanzania) e dal console onorario a Lusaka.

Priorità delle relazioni bilaterali

La Svizzera e lo Zambia hanno concordato una cooperazione in due settori prioritari: sicurezza alimentare e lotta contro l’HIV/Aids. Nello Zambia è portato avanti, insieme a diversi partner, un totale di 13 progetti, verso i quali confluisce ogni anno circa 1 milione CHF. Lo Zambia rientra nel programma regionale per l’Africa australe della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC).

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

A livello economico gli scambi tra la Svizzera e lo Zambia sono scarsi. La Svizzera importa prodotti metallici e agricoli ed esporta prodotti farmaceutici e macchinari.

Sostegno commerciale (Switzerland Global Enterprise)

Un console onorario svizzero risiede a Lusaka.

Trattati bilaterali

Le svizzere e gli svizzeri nello

Zambia Alla fine del 2015 nello Zambia risiedevano 132 cittadini svizzeri.

Storia delle relazioni bilaterali

La presenza svizzera nello Zambia risale alla fine del XIX secolo. Dal 1885 missionari protestanti provenienti dalla Svizzera occidentale hanno iniziato a operare nella parte orientale del Paese. Successivamente alcuni svizzeri si insediarono anche nel Nord dello Zambia, dove è praticata l’attività mineraria.

La Svizzera ha riconosciuto lo Zambia subito dopo la dichiarazione della sua indipendenza, nel 1964, e due anni più tardi i due Paesi hanno avviato relazioni diplomatiche. Nel 1969 la Svizzera ha aperto un consolato a Lusaka.

Voce nel Dizionario storico della Svizzera