Validi il:
Diffusi il: 19.05.2020

La descrizione della situazione è stata aggiornata. Le raccomandazioni rimangono invariate.


Consigli di viaggio - Somalia

Valutazione sommaria

I viaggi e i soggiorni di qualsiasi tipo in Somalia sono sconsigliati.

I cittadini Svizzeri che nonostante la raccomandazione del DFAE viaggiano in Somalia, devono essere consapevoli che la Svizzera non potrà fornire praticamente alcun servizio e non avrà nessuna possibilità di prestare soccorso durante le emergenze.

Sin dalla guerra civile scoppiata nel 1991 la Somalia, si è disgregata come Stato. Dal 2012 a Mogadiscio c’è nuovamente un governo federale riconosciuto a livello internazionale. Tuttavia può esercitare l'ordine pubblico solamente in alcune zone.

In alcune parti del territorio, la missione dell’Unione africana in Somalia (AMISOM) e l’esercito nazionale somalo conducono congiuntamente delle operazioni militari contro le milizie terroristiche Al-Shabaab. Inoltre perdurano le ostilità tra le varie fazioni della guerra civile. In tutto il paese siste il rischio di mine e proiettili inesplosi.

l rischio di sequestri è elevato. Sia i cittadini indigeni che quelli stranieri sono vittime di sequestri (collaboratori di organizzazioni umanitarie e di imprese estere). Esempi: In agosto 2018 diversi collaboratori della società somala Croce Rossa sono stati sequestrati nei pressi di Baidoa. In maggio 2018 una collaboratrice straniera del Comitato internazionale della Croce Rossa è stata sequestrata a Mogadiscio

In tutto il paese vi è un alto rischio di attentati terroristici. A Mogadiscio, cosi come nel Sud e nella zona centrale del Paese, hanno luogo molti attentati. Questi sono principalmente rivolti contro le autorità locali e le forze di sicurezza sia locali che straniere. Anche altri obiettivi civili come mercati, incroci stradali e trasporti pubblici sono colpiti di continuo. Inoltre avvengono attentati mirati alle organizzazioni umanitarie, ai cittadini stranieri e agli stabili nei quali si trattengono (per esempio ristoranti, hotel e zone nei pressi dell'aeroporto internazionale). Il 14 ottobre 2017, un attentato particolarmente violento in un hotel di Mogadiscio ha provocato diverse centinaia di morti e feriti. Da allora ci sono stati altri gravi attacchi in tutto il Paese. Ad esempio, il 28 dicembre 2019, un attentato con autobomba ad un incrocio a Mogadiscio ha ucciso più di 90 persone e ne ha ferite più di 100.

La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.
Terrorismo e sequestri

La criminalità violenta è diffusa. Nell'oceano indiano e nelle acque Somale si sono ripetutamente verificati attacchi di pirateria. Prestare attenzione alle informazioni specifiche:
Pirateria Marittima

Indirizzi utili

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a Nairobi, Kenia

Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all’entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l’importazione o l’esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc. 
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.