Relazioni bilaterali Svizzera–Lituania

Le relazioni tra la Svizzera e la Lituania sono eccellenti, anche grazie al sostegno fornito al Paese dalla Svizzera nei primi anni successivi all’indipendenza, ottenuta nel 1991. La Lituania ha beneficiato del contributo svizzero all’allargamento dell’Unione europea.

Priorità delle relazioni diplomatiche

Svizzera e Lituania intrattengono contatti bilaterali regolari ai massimi livelli. L’ultima visita ufficiale in Svizzera di un presidente lituano risale al 2015, quando la presidente Dalia Grybauskaitė ha incontrato l’allora presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga a Berna. Negli ultimi dieci anni le relazioni bilaterali tra i due Paesi sono state incentrate soprattutto sulla stretta cooperazione nel quadro del contributo svizzero all’allargamento, ma è molto importante anche la cooperazione in materia di sicurezza. Presso il Centro ginevrino per la politica di sicurezza la Svizzera forma, ad esempio, esperte ed esperti lituani del settore. 

Banca dati dei trattati internazionali

Cooperazione nei settori della formazione, della ricerca e dell’innovazione

I ricercatori svizzeri e lituani lavorano insieme a diversi progetti nel quadro del programma Orizzonte 2020.

I ricercatori e gli artisti lituani possono candidarsi per una borsa di studio d’eccellenza della Confederazione Svizzera presso la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI).

Borse d’eccellenza della Confederazione Svizzera per ricercatori e artisti stranieri, SEFRI

Contributo svizzero all'allargamento dell’UE

La Lituania è stata tra i Paesi beneficiari del contributo svizzero per la riduzione delle disparità economiche e sociali dell’Unione europea allargata. Fino al 2017 sono stati realizzati otto progetti per un importo complessivo di circa 71 milioni CHF. Una delle principali priorità era il miglioramento dell’assistenza sanitaria per mamme e bambini, ma la Svizzera ha anche promosso il perfezionamento del personale sanitario negli ospedali lituani nonché la modernizzazione delle relative infrastrutture e l’incremento della loro efficienza energetica.

Lituania – Paese partner del contributo svizzero all’allargamento

Scambi culturali

Da quando, nel 2009, Vilnius è stata dichiarata capitale europea della cultura, gli scambi culturali tra la Svizzera e la Lituania si sono ulteriormente e progressivamente intensificati. I due Paesi collaborano soprattutto in campo letterario e cinematografico e intrattengono scambi regolari in questi settori.

Pro Helvetia sostiene inoltre la partecipazione di artisti svizzeri a varie manifestazioni in Lituania.

Storia delle relazioni bilaterali

Le relazioni scientifiche tra la Svizzera e la Lituania vantano una lunga tradizione. Già nel XIX e all’inizio del XX secolo molti Lituani si formano nelle università svizzere, come ad esempio il filosofo e futuro rettore dell’Università di Kaunas, Stays Salkauskis. La prima Repubblica di Lituania è riconosciuta dal Consiglio federale nell’agosto del 1921. Un consolato fu aperto a Kaunas, allora capitale del Paese. La Missione diplomatica lituana, istituita a Berna nel 1918, dipende dall’Ambasciata a Berlino. Le relazioni bilaterali, interrotte nel 1940 in seguito all’annessione della Lituania da parte dell’Unione Sovietica, sono ristabilite immediatamente dopo il fallito colpo di Stato di Mosca nell’agosto del 1991. La Svizzera non ha mai riconosciuto l’annessione sovietica.

Negli anni 1990, nel quadro della cooperazione con l’Europa dell’Est, la Svizzera sostiene la Lituania con circa 26 milioni CHF nei settori della salute, della cartografia e della geodesia nonché della protezione dell’ambiente e del sistema bancario.

L’Ambasciata di Svizzera a Riga (Lettonia) è responsabile della tutela degli interessi svizzeri in Lituania.

Lituania, Dizionario storico della Svizzera