Validi il:
Diffusi il: 07.04.2022

Le informazioni in evidenza Coronavirus (COVID-19) sono state rivedute. Si raccomanda di continuare a prestare attenzione alle informazioni nel focus coronavirus (Covid-19)


Consigli di viaggio - Côte d'Ivoire

I consigli di viaggio poggiano su un'analisi della situazione attuale effettuata dal DFAE. Sono permanentemente controllati e se necessario aggiornati.

Si prega inoltre di leggere anche le raccomandazioni generali per tutti i viaggi come pure la rubrica focus, parte integrante dei presenti Consigli di viaggio.

Informazioni in evidenza: coronavirus (COVID-19)

In tutte le regioni del mondo c’è un rischio di infezione da coronavirus.

Per limitare la diffusione del coronavirus (Covid-19), i Paesi possono imporre restrizioni d’entrata e d’uscita nonché misure all'interno del Paese. Queste direttive possono cambiare con breve preavviso. I viaggi all’estero richiedono quindi una preparazione accurata e molta flessibilità.

Prestare attenzione alle informazioni e raccomandazioni nel focus «Coronavirus (COVID-19)» e dell’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP.
Focus Coronavirus (COVID-19)
UFSP: Coronavirus

Attualità

Coronavirus (COVID-19)

Prestare attenzione alle informazioni e raccomandazioni nel focus «Coronavirus (COVID-19)» e dell’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP.
Focus Coronavirus (COVID-19)
UFSP: Coronavirus

Per limitare la diffusione del coronavirus (COVID-19), numerosi Paesi impongono restrizioni d'entrata e d'uscita nonché limitazioni di viaggio all'interno del Paese. Le norme cambiano continuamente.

Per conoscere le direttive attualmente in vigore in Côte d’Ivoire, si prega di prestare attenzione alle informazioni fornite dalle autorità locali competenti e di contattare l'Ambasciata della Côte d’Ivoire a Berna per qualsiasi domanda.
Gouvernement de Côte d'Ivoire

Ministère des Transport de Côte d'Ivoire
Ambasciata della Côte d'Ivoire

I Informazioni sui collegamenti di trasporto possono essere ottenute presso le aziende responsabili e le agenzie di viaggio.

Prestare anche attenzione alle informazioni e alle raccomandazioni che seguono.

Valutazione sommaria

La situazione è caratterizzata da tensioni sociali e politiche. Scioperi, dimostrazioni e blocchi stradali possono degenerare in atti di violenza. Ad esempio, gli scontri violenti tra manifestanti e forze di sicurezza in occasione delle elezioni presidenziali e parlamentari dell’ottobre 2020 hanno causato vittime e feriti.

In caso di blocchi stradali, alle persone in viaggio non resta che informarsi sul posto riguardo alle possibilità di viaggio alternative e, se la situazione lo richiede, attendere il placarsi della situazione. In caso di blocchi, i mezzi di assistenza dell'ambasciata svizzera a Abidjan per l'uscita dalle regioni colpite sono solo limitati, se non addirittura nulli.

Il rischio di attentati esiste in qualsiasi momento in tutto il Paese, malgrado l'aumento delle misure di sicurezza del governo. Nel nord e nel nord-est, c'è un ulteriore alto rischio di rapimenti motivati dal terrorismo. Il rischio non può essere escluso del tutto neanche in altre zone rurali del Paese. Il 13 marzo 2016, un attentato sulla spiaggia Grand Bassam ha provocato diverse vittime e feriti.

La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.
Terrorismo e sequestri

Prima e durante il viaggio, si raccomanda di seguire tramite i media e tramite il proprio operatore turistico l'evoluzione della situazione della sicurezza. Si consiglia di essere prudenti, specialmente nei luoghi pubblici come ad esempio i mercati, le stazioni dei bus, le chiese, i dintorni di rappresentanze diplomatiche o di uffici del Governo, durante eventi e in altri luoghi visitati da persone straniere come i centri commerciali e le spiagge. Evitare le manifestazioni e i raduni di massa di qualsiasi tipo e seguire le istruzioni delle autorità locali (coprifuochi ecc.).

Pericoli locali specifici

Per quanto riguarda la descrizione delle zone a rischio, le indicazioni fornite sono approssimative; i pericoli non possono essere circoscritti esattamente a una precisa regione.

Zone di confine con il Mali e il Burkina Faso: In Mali e in Burkina Faso sono operative bande armate e gruppi terroristici. Vi è il rischio che compiano attentati, attacchi armati e sequestri oltre il confine in Côte d'Ivoire. Per esempio, nel giugno 2021, diversi agenti delle forze di sicurezza sono stati uccisi o feriti quando un ordigno è esploso vicino a Tehini, nella zona di confine con il Burkina Faso. Attacchi contro dei posti di sicurezza dell'esercito ivoriano a Kafolo, al confine con il Burkina Faso, nel marzo 2021 e nel giugno 2020, hanno causato diverse vittime e feriti. Nel giugno 2020 è stato assaltato un posto di sicurezza a Gbeya, nella zona di confine con il Mali. È sconsigliato viaggiare nei distretti Denguélé e Savanes come pure nella parte settentrionale del distretto di Zanzan (compreso il parco nazionale di Comoé).

Parte meridionale del distretto di Zanzan: Tra i diversi gruppi della popolazione esistono tensioni latenti che sfociano sporadicamente in locali conflitti violenti. Prima di partire e durante il soggiorno si raccomanda di informarsi tramite il proprio contatto locale e/o le autorità locali sull’attuale situazione di sicurezza. Parte settentrionale del distretto: Vedi paragrafo precedente.

Ovest e zona di frontiera con la Liberia: In questa regione sono presenti bande armate e banditi. Nonostante l’aumento delle misure di sicurezza, nella città di San Pietro e i suoi dintorni le aggressioni non possono essere escluse. Nell'ottobre 2021, nel dipartimento di Duékoué (distretto di Montagnes), attacchi contro un posto di polizia e un posto militare hanno causato vittime e feriti. Nel gennaio 2020, due soldati sono stati uccisi durante un attacco a un posto di sicurezza a Tabou. Le tensioni latenti tra i diversi gruppi di popolazione sfociano sporadicamente in scontri violenti con vittime e feriti, per esempio nel dicembre 2020 a Guézon (distretto di Montagnes). Durante i viaggi nei distretti Montagnes, Haut Sassandra, Moyen-Cavally e Bas-Sassandra farsi accompagnare da una persona esperta del luogo e chiarire precedentemente con lei lo stato della sicurezza.

Criminalità

La criminalità è un fenomeno frequente. Tentativi di estorsione e di racket sono possibili. Si sono verificate a più riprese delle rapine a mano armata negli alberghi. Si raccomanda in particolare di osservare le seguenti precauzioni:

  • non portare oggetti di valore (orologi, gioielli ecc.) e tenere con sé solo piccole quantità di denaro;
  • evitare qualsiasi spostamento al di fuori delle agglomerazioni dall’imbrunire all’alba, siccome le bande di criminali armate sono all’agguato;
  • prestare particolare attenzione all’aspetto della sicurezza al momento della scelta dell’alloggio;
  • il tasso di criminalità può variare considerevolmente a seconda delle località e dei quartieri delle città. Si consiglia di informarsi presso conoscenti, o nel proprio albergo sulle condizioni locali, in particolare in merito ai quartieri che occorre evitare;
  • tenere accuratamente chiusi i finestrini e le portiere delle automobili;
  • non opporre resistenza alle aggressioni, poiché vi è una forte predisposizione alla violenza;
  • usare con prudenza la carta di credito, giacché l’abuso è diffuso;
  • si raccomanda attenzione nei contatti via Internet. Può succedere che dei criminali, con il pretesto di instaurare un'amicizia o una relazione d'affari, attirino persone nel Paese per poi minacciarle o addirittura rapirle a scopo di estorsione.

Sono comuni le truffe dall’Africa occidentale in cui le vittime sono invitate via e-mail e con pretesti di ogni tipo a versare denaro o anticipi. Spesso si celano intenzioni fraudolente, quando:

  • viene chiesto un pagamento rapido in seguito ad un'emergenza medica o di altro genere (rapina, arresto, problema con le autorità, problema di visto ecc.);
  • occorre indicare riferimenti bancari per il trasferimento di eredità o altro denaro;
  • vengono fatte offerte con promesse di guadagni ingenti;
  • si ricevono documenti di prova apparentemente ufficiali, spesso falsificati.

Pirateria marittima
Nel Golfo di Guinea e nelle acque di Côte d’Ivoire si sono ripetutamente verificati attacchi di pirateria. Prestare attenzione alle informazioni specifiche:
Pirateria marittima

Trasporti e infrastrutture

Fuori dai grandi assi, la rete stradale è in alcuni casi in pessimo stato. La guida imprevedibile e la scarsa manutenzione dei veicoli aumentano considerevolmente il rischio d'incidente. Si sconsiglia di spostarsi da una città all'altra di notte.

Può capitare che i valichi di frontiera vengono temporaneamente chiusi senza preavviso, per esempio per evitare la diffusione di malattie. Si raccomanda di informarsi dalle autorità locali o direttamente ai posti di frontiera.

Disposizioni giuridiche specifiche

Nonostante le prescrizioni in materia siano relativamente imprecise, si raccomanda di evitare di fotografare o riprendere siti militari o delle forze dell'ordine.

Le infrazioni alla legge sugli stupefacenti, compresa la detenzione di minime quantità di droga di qualsiasi tipo, sono soggette a pesanti pene detentive.

I procedimenti giudiziari e le procedure d’inchiesta di polizia differiscono da quelli in Svizzera. Occorre prevedere lunghi periodi d’attesa e considerare gli usi e costumi locali. In tal caso i servizi di un’avvocata o di un avvocato di fiducia sono assolutamente necessari.

Le condizioni di detenzione sono precarie.

Assistenza medica

Fuori dalle grandi città l'assistenza medica è garantita solo parzialmente. Gli ospedali richiedono un pagamento in contanti anticipato prima di iniziare una cura.

Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute. Il personale medico e i centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Consigli specifici

Portare sempre con sé il passaporto, in modo da potersi identificare in occasione dei numerosi controlli di sicurezza.

Indirizzi utili

Prescrizioni doganali: Douanes de Côte d’Ivoire

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a Abidjan
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.