LE COMUNITÀ LOCALI PROMUOVONO ATTIVAMENTE LA SALUTE NEI LORO VILLAGGI

Progetto concluso
La popolazione locale discute sulle priorità del villaggio nell’ambito della salute.
La popolazione locale discute sulle priorità del villaggio nell’ambito della salute. © DSC

Il progetto ha come punto di partenza la popolazione locale: le comunità di vicinato partecipano attivamente alla pianificazione e allo svolgimento delle attività correlate alla salute, tra cui il controllo della pressione sanguigna o le discussioni in merito a stili di vita sani. Il programma, condotto in stretta collaborazione con il Ministero della sanità, non solo migliora la salute in maniera sostenibile, ma permette anche alla comunità locale di impegnarsi attivamente in quanto società civile. Visti gli ottimi risultati conseguiti nelle fasi iniziali, il progetto è stato esteso a livello nazionale.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Kirghizistan
Sanità
Assistenza sanitaria primaria
Rafforzamento dei sistemi sanitari
01.04.2014 - 31.12.2017
CHF 4'600'000

Il progetto di azione comunitaria in materia di salute si prefigge di migliorare in modo sostenibile la salute nelle zone rurali del Kirghizistan. La popolazione rurale viene coinvolta attivamente e partecipa al processo individuando i problemi di salute da affrontare ed elaborando soluzioni con il supporto del Ministero della sanità. L’obiettivo è conferire alla comunità locale il potere necessario per impegnarsi a favore della salute e della prevenzione e promuovere un partenariato proficuo con le autorità sanitarie. 

Comitati sanitari di villaggio

In ogni villaggio l’attuazione del progetto inizia con la definizione delle priorità sanitarie. La popolazione locale, raggruppata in comunità di vicinato, discute delle tematiche più urgenti in materia di salute. Durante questo processo, i partecipanti eleggono nella rispettiva comunità di vicinato i futuri membri del comitato sanitario di villaggio, che svolge un importante ruolo nell’ambito del progetto. Il consiglio del comitato viene eletto nel corso di un’ulteriore riunione di villaggio scegliendolo tra i membri proposti. Il lavoro dei comitati sanitari di villaggio si basa sul volontariato e i membri ricevono una formazione periodica in campo medico e organizzativo.

Attività correlate alla salute

Sulla base delle priorità sanitarie definite dalla popolazione e in collaborazione con il Ministero della sanità, vengono lanciate varie campagne che trattano argomenti quali la salute dentale, materno-infantile e riproduttiva nonché l’alimentazione, le misure sanitarie e l’igiene. Tutte queste attività correlate alla salute, una ventina in tutto, sono poi attuate dai comitati di villaggio. I membri del comitato, appositamente formati, fanno regolarmente visita alla popolazione del loro villaggio portando con sé materiale informativo e strumenti di dimostrazione.

Pur riconoscendo il tradizionale ruolo svolto dalle donne nel risolvere i problemi di salute nelle famiglie rurali, il progetto mira costantemente a un maggiore coinvolgimento degli uomini nelle attività correlate alla salute, in particolare per le problematiche prevalentemente maschili quali la brucellosi, l’alcolismo e il tabagismo. 

Ridurre la pressione sanguigna

Un’attività di grande successo correlata alla salute è quella rivolta alle persone con una pressione sanguigna troppo alta. In Kirghizistan l’ipertensione è una delle cause principali dell’alto tasso di mortalità dovuta ad ictus, ma raramente è riconosciuta come tale e pertanto non viene curata. Durante la settimana dell’ipertensione, che si svolge a cadenza annuale, i comitati sanitari di villaggio di tutto il Paese controllano il maggior numero possibile di adulti servendosi di un misuratore di pressione sanguigna. Tra il 2011 e il 2013 sono stati effettuati controlli su oltre un milione di abitanti e i comitati hanno rilevato valori elevati di pressione sanguigna in più di 180 000 persone, 57 000 delle quali non ne erano consapevoli. Queste persone sono poi state indirizzate verso operatori di assistenza sanitaria primaria e hanno ricevuto un ampio materiale informativo. La relativa documentazione permette al comitato di continuare a seguire questi pazienti. 

Sale iodato

Tra le altre tematiche classificate come priorità sanitarie del villaggio figuravano i disturbi dovuti a una carenza di iodio, come ad esempio il gozzo. Il numero di tali disturbi è aumentato significativamente nei primi anni 1990, quando si è iniziato a non iodare più tutto il sale come invece avveniva sotto l’Unione Sovietica. Nell’ambito di una campagna di promozione dell’uso di sale iodato, i comitati sanitari di villaggio hanno distribuito semplici kit di analisi per permettere alle comunità di controllare il sale venduto nei loro villaggi. Ora il 98 per cento dei nuclei familiari target usa esclusivamente sale iodato. 

PRINCIPALI RISULTATI 

Il progetto era stato ideato e testato per la prima volta nel distretto di Žumgal della oblast’ di Naryn nel 2002. Dato l’esito molto positivo delle campagne, è poi stato esteso alle oblast’ di Talas, Osh, Bakten e Čuj. Attualmente in Kirghizistan l’84 per cento dei villaggi dispone di un comitato sanitario.

La promozione della salute basata sulla comunità presenta vari vantaggi rispetto ai modelli a guida statale. Oltre a incoraggiare un approccio preventivo all’assistenza sanitaria, la strategia conferisce poteri alle comunità rurali e offre nuove possibilità per una società civile più forte e diversificata nelle regioni rurali. Grazie a questo approccio la popolazione ha capito che, anziché aspettare passivamente che il Governo faccia qualcosa, può agire di sua iniziativa per migliorare la propria salute. Nel contempo, il corpo medico ha imparato a considerare la popolazione locale non un soggetto passivo a cui insegnare come agire correttamente, bensì un insieme di partner attivi che partecipano al processo di miglioramento della salute. Il principio alla base della collaborazione tra i membri della comunità, il personale sanitario e lo staff del progetto è un comportamento non dominante caratterizzato dal reciproco riconoscimento del contributo di ciascuno. Questo permette di mantenere viva la motivazione per il lavoro volontario.

Oltre alle tematiche concernenti la salute, i comitati hanno iniziato ad assumersi responsabilità riguardo ad altre attività ritenute proficue per la comunità, come le attività che generano reddito, l’organizzazione di eventi sociali o il lavoro collettivo nei loro villaggi. I comitati operano come organizzazioni indipendenti della società civile e il numero di iniziative è in continuo aumento.