Un passo importante per una migliore diagnosi del cancro a Malta

Progetto concluso
Il dottor Anthony Samuel, medico specializzato in medicina nucleare e primario del reparto di radiologia dell’ospedale «Mater Dei» di Malta, presenta lo scanner PET.
Il dottor Anthony Samuel, medico specializzato in medicina nucleare e primario del reparto di radiologia dell’ospedale «Mater Dei» di Malta, presenta lo scanner PET. © DSC SDC

L'installazione di un apparecchio per la PET scan all'ospedale «Mater Dei» contribuisce a migliorare l'infrastruttura per la diagnosi oncologica sull'isola di Malta. Finora, per ottenere una diagnosi, i pazienti dovevano recarsi all'estero o in una clinica privata, con oneri finanziari insostenibili per molti maltesi. I pazienti ottengono accesso alla PET scan indipendentemente dalla loro situazione economica.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Malta
Rafforzare la sicurezza sociale
Ammodernamento di ospedali
01.03.2010 - 31.05.2013
CHF 2'794'000

N.B.: i testi in tutte le rubriche, ad eccezione di quella intitolata «risultati raggiunti», descrivono la situazione prima dell’inizio del progetto.

Un tomografo moderno per Malta

Per trattare il cancro in modo efficiente ed efficace è necessaria una moderna infrastruttura per la sua diagnosi. A Malta, tale infrastruttura è presente solo in un’unica clinica privata. In questo modo un ampio gruppo di maltesi è escluso dall'accesso ai moderni metodi diagnostici poiché deve pagare di tasca propria il trattamento nella struttura privata o all’estero. Il progetto mira a garantire questo accesso all'intera popolazione dell'isola di Malta, riducendo così le disparità nel sistema sanitario nazionale.

Una nuova, moderna variante della diagnostica del cancro

All'ospedale Sir Paul Boffa di Malta esiste già l'infrastruttura per la terapia contro il cancro. La maggior parte dei pazienti oncologici a Malta si fa curare in questo ospedale. Per un corretto trattamento del cancro è tuttavia essenziale stabilire dove questo si trovi e quali organi siano coinvolti. L'infrastruttura radiologica per una diagnosi precoce a Malta è insufficiente. Una nuova, precisa e rapida variante nel campo della diagnosi del cancro è rappresentata dalla tomografia a emissione di positroni (PET). Questo trattamento comporta costi molto elevati.

Non accessibile a tutte le fasce della popolazione

Il progetto prevede l'installazione e il finanziamento di un moderno apparecchio per la PET scan presso il più importante ospedale pubblico di Malta, il «Mater Dei». L'installazione dell'apparecchio per la PET scan in una struttura pubblica e quindi nell'ambito della sanità pubblica contribuisce all'uguaglianza di accesso alle cure sull'isola di Malta. In futuro, la popolazione economicamente debole non dovrà più pagare di tasca propria per questa terapia, in quanto i costi del trattamento oncologico presso l'ospedale «Mater Dei» vengono rimborsati dalla sanità maltese. Ciò rappresenta allo stesso tempo il primo passo verso la creazione di un centro oncologico autonomo presso tale ospedale. Per quanto riguarda la scelta dell'apparecchio per la PET scan e la formazione del personale per l'impiego dell'apparecchio, l'ospedale collabora con l'istituto oncologico della Svizzera italiana (IOSI) di Bellinzona.

Il progetto prevede di:

  • Installare un tomografo a emissione di positroni all'ospedale pubblico «Mater Dei» di Malta

  • Garantire l'accesso a una migliore diagnosi del cancro a tutta la popolazione di Malta, indipendentemente dalle condizioni economiche

  • Migliorare la diagnosi e quindi anche il trattamento del cancro sull'isola di Malta

  • Promuovere la realizzazione di un centro oncologico autonomo all'ospedale «Mater Dei»

  • Formare il personale all'utilizzo della PET scan

La Svizzera sostiene questo progetto mediante il contributo all’allargamento con 2,8 milioni di franchi. Il denaro contribuisce all’acquisto della PET scan. La messa in funzione dell’apparecchio e l’apertura del centro oncologico autonomo dell’ospedale sono previste per la metà del 2012. A partire da quella data, la popolazione locale potrà usufruire di una migliore diagnostica.