News

I comunicati stampa relativi alla politica europea sono accessibili qui. L’amministrazione federale dispone di un sito Internet sul quale vengono pubblicati tutti i comunicati stampa dei rispettivi dipartimenti e Uffici.

Potete riceverli abbonandovi tramite il link sotto indicato.

Abbonamenti alle news

Ordina i risultati per
Seleziona il periodo

Tutte (258)

Oggetto 37 – 48 di 258

Stabiliti definitivamente i contingenti per i lavoratori provenienti da Stati terzi e i fornitori di prestazioni provenienti dall’UE/AELS

22.11.2017 — Comunicato stampa DEA

Rispetto al 2017, l’anno prossimo le imprese svizzere avranno la possibilità di assumere un numero moderatamente superiore di lavoratori qualificati provenienti da Paesi terzi e di fornitori di prestazioni provenienti dall’UE/AELS. Già alla fine di settembre il Consiglio federale ha preso una decisione di principio in merito all’aumento parziale dei tetti massimi per i contingenti. Nella sua seduta del 22 novembre 2017 ha approvato a tal fine la pertinente revisione parziale dell'ordinanza sull'ammissione, il soggiorno e l'attività lucrativa (OASA), che entrerà in vigore il 1° gennaio 2018, e autorizzato i contingenti per il 2018.


Ignazio Cassis a Roma per la sua prima visita all’estero

21.11.2017 — Comunicato stampa EDA
Martedì il consigliere federale Ignazio Cassis si è recato a Roma per la sua prima visita all’estero. Con questa scelta il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha voluto sottolineare l’importanza che la Svizzera attribuisce al vicino italiano, con cui intende rafforzare i legami già molto stretti. «Con la mia visita desidero aprire un corridoio di amicizia e di dialogo con l’Italia», ha dichiarato il capo del DFAE al termine dell’incontro con il suo omologo italiano, Angelino Alfano. I ministri hanno fatto il punto sulle questioni bilaterali, con particolare attenzione alle questioni fiscali ancora in sospeso tra i due Paesi.


La cooperazione sanitaria transfrontaliera durevole diviene possibile

15.11.2017 — Comunicato stampa DEA

Nella sua seduta del 15 novembre 2017, il Consiglio federale ha adottato le basi legali che in futuro consentiranno una durevole cooperazione sanitaria transfrontaliera nelle regioni di frontiera. L’assicurazione malattie ne assume i costi a determinate condizioni.


Soltanto lieve l’influsso della promozione della piazza economica sull’immigrazione

01.11.2017 — Comunicato stampa DEA

Il 1° novembre 2017 il Consiglio federale ha preso atto dello studio aggiornato dal titolo «Promozione della piazza economica e immigrazione», da cui emerge che l’influsso della promozione della piazza economica sull’immigrazione è marginale, tenuto conto degli strumenti indagati e del periodo in esame. Rispetto al periodo 2008-2012 è addirittura calato.


Iniziativa sul personale qualificato: risultati positivi dal secondo rapporto di monitoraggio

25.10.2017 — Comunicato stampa DEA

Il 25 ottobre 2017 il Consiglio federale ha approvato il secondo rapporto di monitoraggio sull’iniziativa sul personale qualificato (IPQ). Rispetto al primo rapporto il numero delle misure è passato da 30 a 44. Questi interventi, di cui si occupano cinque dipartimenti, permettono di sfruttare meglio il potenziale di manodopera locale. Tuttavia, a causa dell’andamento demografico, della politica migratoria e della digitalizzazione i professionisti continueranno a scarseggiare. Il Consiglio federale deciderà come procedere in un secondo momento.


Aumento dei contingenti 2018 per i lavoratori provenienti da Paesi terzi e per i fornitori di servizi dagli Stati membri dell’UE/AELS

29.09.2017 — Comunicato stampa DEA

Anche nel 2018 l’economia svizzera deve essere in grado di assumere la necessaria manodopera specializzata. Per questo motivo nella sua seduta del 29 settembre 2017 il Consiglio federale ha preso una decisione di principio riguardo alla definizione dei tetti massimi per i lavoratori qualificati provenienti da Paesi al di fuori dell’UE/AELS. I tetti massimi 2018 di determinate categorie saranno aumentati. In questo modo il Consiglio federale dà seguito al costante bisogno di specialisti provenienti da Stati terzi e alle esigenze dell’economia. Entro la fine di novembre il DFGP elaborerà la pertinente revisione dell’ordinanza sull’ammissione, il soggiorno e l’attività lucrativa (OASA).


Aumentato il numero minimo di controlli legati alle misure collaterali

23.08.2017 — Comunicato stampa DEA

Il numero minimo di controlli per verificare il rispetto delle condizioni salariali e lavorative passa da 27 000 a 35 000 all’anno. Il 23 agosto 2017 il Consiglio federale ha varato una modifica in tal senso dell’ordinanza sui lavoratori distaccati in Svizzera (ODist), che entrerà in vigore il 1° gennaio 2018. Questo adeguamento tiene conto della realtà attuale, visto che la soglia minima finora prevista viene già superata.


La presidente della Confederazione Leuthard incontra a Parigi il presidente Macron e il primo ministro Philippe

18.07.2017 — Comunicato stampa EDA
Martedì 18 luglio 2017 la presidente della Confederazione Doris Leuthard ha incontrato a Parigi, nel quadro di due distinti colloqui, il presidente francese Emmanuel Macron e il primo ministro Édouard Philippe. Questi primi contatti personali con i nuovi vertici del potere esecutivo e legislativo della Francia hanno permesso di affrontare in particolare il tema dell’ulteriore sviluppo delle strette relazioni bilaterali. Le delegazioni hanno concordato di elaborare un programma di lavoro sulle questioni finanziarie.


Mercato dell’alloggio di nuovo equilibrato per la prima volta dal 2008

12.07.2017 — Comunicato stampa DEA

Nel 2016, per la prima volta dal 2008, il mercato dell’alloggio in Svizzera si è in media riassestato. Lo dimostra un’analisi concernente gli effetti della libera circolazione delle persone sul mercato dell’alloggio condotta su incarico dell’Ufficio federale delle abitazioni (UFAB). In alcune regioni o segmenti del mercato la situazione rimane comunque tesa.


15 anni di libera circolazione delle persone hanno favorito il cambiamento strutturale

04.07.2017 — Comunicato stampa DEA
L’Accordo sulla libera circolazione delle persone (ALC) tra la Svizzera e l’UE è ormai in vigore da 15 anni. L’immigrazione indotta dal mercato del lavoro ha comportato una forte crescita dell’occupazione ad alto livello formativo. Ciò ha accelerato il cambiamento strutturale verso una crescente specializzazione dell’economia svizzera in attività ad elevato valore aggiunto. Benché non si possano tuttora dimostrare effetti negativi diretti sugli stipendi e sull’occupazione dei residenti, è evidente che non tutte le fasce della popolazione hanno beneficiato in ugual misura del cambiamento strutturale. Soprattutto gli immigrati provenienti da Paesi terzi fanno fatica a integrarsi nel mondo del lavoro. Questo è quanto emerge dall’ultimo rapporto dell’Osservatorio sulla libera circolazione delle persone.


19° Comitato misto Svizzera – UE: scambio sull’Accordo di libera circolazione

03.07.2017 — Comunicato stampa DEA
Lunedì 3 luglio 2017 si è svolta a Bruxelles la riunione annuale del Comitato misto per l’accordo sulla libera circolazione delle persone (ALC) tra la Svizzera e l’Unione europea (UE). Le delegazioni hanno discusso varie questioni riguardanti l’applicazione dell’ALC. La delegazione svizzera ha inoltre informato in merito all’avvio della consultazione concernente le modifiche di ordinanze per l’attuazione dell’articolo costituzionale sull’immigrazione (art. 121a Cost.).


Modifiche di ordinanze per l’attuazione dell’articolo 121a Cost.: il Consiglio federale avvia la procedura di consultazione

28.06.2017 — Comunicato stampa DEA
Con decisione di principio del 16 giugno 2017 il Consiglio federale ha definito le modalità secondo cui intende attuare, a livello esecutivo, la legge attuativa dell’articolo costituzionale concernente il controllo dell’immigrazione (legge federale sugli stranieri, LStr). In virtù di questa decisione di principio, alla seduta del 28 giugno 2017 il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione concernente le necessarie modifiche a livello di ordinanza. L’avamprogetto prevede, in particolare, l’introduzione di un obbligo di notificare i posti vacanti nelle categorie professionali in cui il tasso nazionale di disoccupazione è pari o superiore al cinque per cento. La procedura di consultazione dura fino al 6 settembre 2017.

Oggetto 37 – 48 di 258

Comunicato stampa (239)

Notizia (19)