Il consigliere federale Guy Parmelin incontra il ministro polacco dell’economia Jerzy Kwieciński

Articolo, 08.05.2019

Berna, 08.05.2019 - Il consigliere federale Guy Parmelin, capo del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR), ha incontrato il suo omologo polacco, il ministro per gli investimenti e lo sviluppo economico Jerzy Kwieciński. La Polonia è un importante partner commerciale della Svizzera.

Due operai montano impianti fotovoltaici a Niepolomice, in Polonia.
Grazie al Contributo svizzero, in Polonia la qualità dell’aria è nettamente migliorata e le emissioni di CO2 sono diminuite di 88 000 tonnellate all’anno. © SECO

L’incontro tra i due ministri si è incentrato sulle relazioni economiche bilaterali, sul contributo della Svizzera all’Unione europea allargata, sulla collaborazione in materia di formazione professionale e innovazione e sulle relazioni con l’Unione europea.

La Polonia è un importante partner commerciale della Svizzera: a livello mondiale occupa il 17° posto in classifica, davanti a India, Turchia e Brasile. Il commercio si sviluppa con dinamicità. Nel 2018 le esportazioni svizzere hanno raggiunto i 2,6 miliardi di franchi (+20% rispetto al 2017) e le importazioni dalla Polonia 2,3 miliardi di franchi (+13% rispetto al 2017). Con 6,5 miliardi di franchi, inoltre, la Svizzera figura all’undicesimo posto tra i maggiori investitori stranieri in Polonia. Gli investitori svizzeri sono presenti in particolare in settori innovativi e ad alto valore aggiunto come la siderurgia, il settore farmaceutico e i servizi bancari.

La Polonia ha beneficiato ampiamente dei 500 milioni di franchi erogati nel quadro del programma del Contributo svizzero all’allargamento (1,3 miliardi di franchi). Il programma si è tradotto in 58 progetti coronati da successo riguardanti ad esempio la promozione della crescita economica, il miglioramento delle condizioni in materia di sanità e assicurazioni sociali, la tutela ambientale, la promozione della sicurezza pubblica e il rafforzamento della società civile.

Attualmente la Polonia è una delle economie più dinamiche dell’Unione europea; vanta un tasso di crescita del 5,0% (2018) e una previsione di crescita del 3,7% per il 2019.