Intervista a Magdalena Rowinska-Zyrek, borsista Sciex

Magdalena
© Magdalena Rowinska-Zyrek

La postdottoranda Magdalena Rowinska-Zyrek, specializzata in chimica bioinorganica, ha effettuato un soggiorno di ricerca presso l’Università di Zurigo dal 2012 al 2013 occupandosi in particolare dello studio dei ribozimi. 

In che modo sei venuta a conoscenza del programma Sciex?

Attraverso Google. Ero alla ricerca di una borsa di studio per un soggiorno di ricerca nel laboratorio di chimica dell’Università di Zurigo. 

Perché volevi fare un periodo di ricerca all’Università di Zurigo?

Sono pochi i ricercatori che si occupano dei ribozimi e il laboratorio di Zurigo è noto in tutto il mondo per i suoi studi in questo ambito. Il mio obiettivo era apprendere nuove tecniche di ricerca. Ecco perché mi sono candidata per il programma Sciex. 

Come sono state le tue esperienze in Svizzera?

Ho imparato molto, in particolare naturalmente nel campo della chimica bioinorganica. Ma oltre alle esperienze di ricerca vere e proprie ho anche capito come si dirige un gruppo numeroso di collaboratori e si interagisce con loro. Inoltre, ho avuto la possibilità di conoscere diverse persone interessanti con le quali ho mantenuto i contatti. E ho anche imparato qualcosa dello svizzero tedesco perché parlavo già un po’ di tedesco prima di arrivare in Svizzera. 

Che cosa ti ha dato il tuo soggiorno sul piano della ricerca?

Grazie a questo soggiorno ho potuto ampliare il mio campo di studio e apprendere nuove tecniche di ricerca che adesso potrò utilizzare in Polonia. E poi io e il mio team di ricerca a Zurigo siamo stati i primi a decifrare la struttura di un ribozima umano. Durante l’anno di ricerca a Zurigo abbiamo capito che c’è ancora molto da fare in questo ambito e per questo abbiamo avviato un altro progetto. Alla fine sono rimasta in Svizzera un anno e mezzo in più del previsto. 

Che cosa stai facendo oggi?

Sono tornata in Polonia e lavoro come assistente all’Università di Breslavia dove ho ottenuto il mio dottorato. Continuo a fare ricerche nel campo della chimica bioinorganica e in particolare sui ribozimi. Il mio futuro professionale è in Polonia.