Inizio pagina

Comunicato stampa, 20.05.2022

L’incontro annuale del Forum economico mondiale (WEF) si svolgerà per la prima volta in primavera, dopo la cancellazione dello scorso anno e il rinvio dovuti alla pandemia. Lunedì 23 maggio 2022, il presidente della Confederazione Ignazio Cassis aprirà la manifestazione assieme al fondatore del Forum, il prof. Klaus Schwab.

L’incontro annuale offre ai membri del Consiglio federale l’opportunità di numerosi contatti e colloqui; sono previsti circa 32 incontri bilaterali. Il programma potrà però subire cambiamenti anche dell’ultimo minuto.

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis, capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) incentrerà i suoi colloqui sulla guerra in Ucraina. Nel suo discorso di apertura parlerà della situazione in Ucraina e delle possibili ripercussioni sull’architettura di sicurezza in Europa. Saranno questi i principali temi degli incontri bilaterali che il presidente della Confederazione terrà durante la sua permanenza a Davos. È tra l’altro previsto un colloquio con il ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba e con il presidente del Governo spagnolo Pedro Sánchez. Il presidente della Confederazione Cassis parteciperà inoltre a un evento dell’Open Forum dedicato alla pace in Europa e al potenziale della cooperazione multilaterale.

Il consigliere federale Alain Berset, capo del Dipartimento federale dell’interno (DFI), parteciperà a un evento del forum dedicato alla salute mondiale e alle politiche sanitarie. Prenderà la parola in particolare accanto ai ministri della salute dell’Indonesia, Budi Gunadi Sadikin, e della Malesia, Khairy Jamaluddin. In veste di vicepresidente, è inoltre previsto che incontri la prima ministra tunisina, Najla Bouden, il primo ministro kosovaro Albin Kurti, il presidente colombiano Ivan Duque, nonché il presidente zimbabwese Emmerson Mnangagwa.

La consigliera federale Viola Amherd, capo del Dipartimento della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DPPS), discuterà prioritariamente di politica di sicurezza. Parteciperà a una tavola rotonda sul futuro delle relazioni transatlantiche (IGWEL, Informal Gathering of World Economic Leaders). È inoltre previsto un colloquio con il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, con il quale la consigliera federale Amherd discuterà dell’attuale situazione in materia di politica di sicurezza, del promovimento militare della pace nei Balcani occidentali – in particolare di SWISSCOY – nonché della cooperazione bilaterale nel contesto della NATO. Durante il WEF, la capodipartimento farà inoltre visita allo Swiss Armed Forces Culinary Team (SACT), la nazionale svizzera dei cuochi dell’esercito impiegata presso la «House of Switzerland».

Il consigliere federale Ueli Maurer, capo del Dipartimento federale delle finanze (DFF), terrà colloqui bilaterali con i ministri delle finanze di altri Stati, nel quadro usuale.

Il consigliere federale Guy Parmelin, capo del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR), approfitterà dell’incontro annuale a Davos per portare avanti alcune priorità tematiche in ambito economico e commerciale, fra cui le relazioni economiche con i Paesi partner e l’UE o l’ulteriore sviluppo di diversi accordi di libero scambio. Domenica, accompagnato dalla consigliera federale Simonetta Sommaruga, incontrerà in vista del WEF Robert Habeck, vicecancelliere tedesco e ministro federale dell’economia e della protezione del clima. Nei giorni successivi, il consigliere federale Parmelin si incontrerà fra l’altro con il ministro brasiliano dell’economia Paulo Guedes, con il ministro indiano del commercio e dell’industria Piyush Goyal, con il ministro peruviano del commercio Roberto Sànchez, con il ministro indonesiano del commercio Muhammad Lutfi, con il ministro dei trasporti di Singapore S. Iswaran, con la segretaria di Stato britannica per il commercio internazionale Anne-Marie Trevelyan e con il commissario UE per il commercio Valdis Dombrovskis.

La consigliera federale Simonetta Sommaruga, capo del Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC), incontrerà, congiuntamente al ministro dell’economia Guy Parmelin, Robert Habeck, vicecancelliere tedesco e ministro federale dell’economia e della protezione del clima, domenica 22 maggio in vista del WEF. Al centro dei colloqui le ripercussioni della guerra in Ucraina sull’approvvigionamento energetico. Domenica è inoltre previsto un incontro fra la consigliera federale Sommaruga e Arifin Tasrif, il ministro indonesiano dell’energia, nonché con Xie Zhenhua, l’inviato speciale cinese per il clima.

La «House of Switzerland» al WEF 2022

Quest’anno la Svizzera ufficiale sarà rappresentata per la terza volta al WEF dalla «House of Switzerland». Sotto l’egida di Presenza Svizzera presso il Dipartimento federale degli affari esteri, la «House of Switzerland» - situata nella pista di ghiaccio - funge da piattaforma di comunicazione e networking per la Svizzera in quanto Stato ospite. Nell’ambito di diversi eventi tematici riunisce attori del mondo della politica, dell’economia e della scienza e offre un ricco programma incentrato sulla ripresa sostenibile e le attuali sfide a livello globale. I singoli temi vanno dal potenziale delle nuove tecnologie nell’aiuto allo sviluppo al riorientamento del lavoro sino all’innovazione nell’ambito della digitalizzazione e al futuro dei sistemi alimentari. La «House of Switzerland» ospita anche gli incontri informali fra la delegazione svizzera e gli ospiti e partner internazionali, nonché gli operatori dei media. Il servizio di ristorazione nella «House of Switzerland» sarà garantito dallo «Swiss Armed Forces Culinary Team» (SACT), la nazionale svizzera dei cuochi dell’esercito.


Informazioni supplementari:

World Economic Forum Annual Meeting 2022
Programma


Indirizzo per domande:

Florian Imbach
Comunicazione Servizio presidenziale, Cancelleria federale
058 465 47 40, florian.imbach@bk.admin.ch


Editore

Il Consiglio federale
Dipartimento federale degli affari esteri
Dipartimento federale dell
Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport

Ultima modifica 28.01.2022

Contatto

Comunicazione DFAE

Palazzo federale ovest
3003 Berna

Telefono (solo per i giornalisti):
+41 58 460 55 55

Telefono (per tutte le altre richieste):
+41 58 462 31 53