Nuovo direttore esecutivo della Svizzera presso il Gruppo della Banca mondiale (ultima modifica: 03.03.2011)

Berna, Comunicato stampa, 03.03.2011

Il 16 febbraio 2011, il Consiglio federale ha eletto Jörg Frieden – consulente della presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey in seno alla Commissione delle Nazioni Unite per la sostenibilità dello sviluppo globale – a nuovo direttore esecutivo della Svizzera presso il Gruppo della Banca mondiale. Nel contempo, il Consiglio federale gli ha conferito il titolo di ambasciatore.

Jörg Frieden assumerà la carica di nuovo direttore esecutivo presso il Gruppo della Banca mondiale il 15 marzo 2011, succedendo a Michel Mordasini, il quale è stato a sua volta nominato vicedirettore del settore Collaborazione globale della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC).

Nato a Lugano nel 1953, Jörg Frieden ha coronato i suoi studi di scienze economiche presso l'Università di Friburgo con una laurea di dottorato. Nel 1986 è entrato al servizio della DSC - in seno al Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) - nella funzione di collaboratore scientifico. Tra il 1989 e il 1999 ha rivestito le funzioni di Coordinatore in Mozambico, consulente presso la Banca mondiale a Washington e Capo della Sezione Africa Orientale ed Australe a Berna. Dal 1999 in poi ha lavorato all'Ufficio federale dei rifugiati a Berna in qualità di vicedirettore.

Nel 2003 è tornato al servizio della DSC, ma questa volta in qualità di direttore in loco dei programmi di sviluppo in Nepal. A Maputo e a Katmandu, Jörg Frieden ha portato avanti numerosi progetti nell'ambito della missione di pace delle Nazioni Unite. Dal 2008 al 2010 ha rivestito la funzione di vicedirettore della DSC e ha diretto il settore Collaborazione globale. Al momento, Jörg Frieden è consulente della presidente della Confederazione Calmy-Rey presso la Commissione delle Nazioni Unite per la sostenibilità dello sviluppo globale.

La Svizzera è membro del Gruppo della Banca mondiale dal 1992. Il Consiglio esecutivo della Banca mondiale, composto da 25 direttori occupati a tempo pieno, definisce la politica operazionale, finanziaria e amministrativa. I direttori deliberano sui programmi previsti per i vari Paesi e i singoli settori e decidono in merito ai mutui destinati al finanziamento di progetti e programmi di sviluppo.

Il direttore esecutivo svizzero non rappresenta soltanto gli interessi del nostro Paese, ma anche quelli del gruppo di voto, che egli dirige.[1] Inoltre, egli affianca e assiste le imprese private svizzere nei loro rapporti con il Gruppo della Banca mondiale.

[1] Azerbaigian, Kazakistan, Kirghizistan , Polonia, Serbia, Svizzera, Tagikistan, Turkmenistan, Uzbekistan


Indirizzo per domande:

Raymund Furrer, SECO, Collaborazione e sviluppo economici, Cooperazione multilaterale, tel. +41 31 324 08 19


Editore

Dipartimento federale dell
Dipartimento federale degli affari esteri