La Svizzera aiuta migliaia di vittime delle inondazioni in Pakistan

Berna, Comunicato stampa, 10.08.2010

La situazione in Pakistan continua a essere drammatica. La Svizzera soccorre le vittime delle inondazioni fornendo materiale e contributi alle organizzazioni internazionali.

Le piene che hanno sconvolto il Pakistan hanno raggiunto le pianure e regioni densamente popolate. Almeno 1600 persone hanno finora perso la vita. Quindici milioni attendono invece soccorsi. Il Pakistan ha inoltrato alla Svizzera una domanda d’aiuto, alla quale il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha subito dato seguito. 

Una missione d’accertamento composta di tre persone del Corpo svizzero di aiuto umanitario (CSA) si è recato nella valle dello Swat dal 5 al 7 agosto. Con l’organizzazione partner elvetica Intercooperation, sono stati rilevati i bisogni più urgenti. Sulla scorta dei dati raccolti, è stata disposta la fornitura, ora in atto, di materiale per il ricovero provvisorio di mille famiglie. Questi aiuti comprendono teli di plastica, materassi, coperte, utensili da cucina e corredi per l’igiene personale. 

Attualmente, sono in corso le misure di aiuto immediato, nell’ambito delle quali vengono distribuiti generi alimentari e articoli igienici a circa 12'000 sinistrati. 

In appoggio ai partner multilaterali attivi nelle zone colpite, la Svizzera mette inoltre a disposizione 1,5 milioni di franchi: un milione al CICR, il rimanente al Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (PAM). L’aiuto umanitario svizzero ha offerto l’intervento di suoi esperti per potenziare l’azione delle agenzie ONU. 

Le piogge torrenziali hanno flagellato anche le regioni nordoccidentali dell’India, uccidendo almeno 145 persone. Circa 500 persone sono dichiarate disperse. I provvedimenti per un possibile sostegno sono all’esame dell’Ufficio di coordinamento della Direzione dello sviluppo e della collaborazione (DSC).


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri