Consultazioni sui diritti umani tra Svizzera e Russia

Berna, Comunicato stampa, 02.06.2010

Una delegazione svizzera si è recata a Mosca dal 31 maggio al 2 giugno per l’ottavo ciclo di consultazioni sui diritti umani che la Svizzera intrattiene con la Russia sin dal 2003. Temi centrali degli incontri sono stati da una parte le politiche nazionali e internazionali in materia di diritti umani seguite dai due Paesi, dall’altra il lato operativo di queste consultazioni.

La delegazione svizzera era guidata dall’Ambasciatore Greminger, capo della Divisione politica IV, Sicurezza umana, del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). I colloqui si sono svolti in un clima di apertura e mutuo rispetto e hanno portato a fruttuosi scambi. Le due parti sono state unanimi nel sottolineare l’importanza molto particolare che accordano a queste consultazioni. 

A fare da filo conduttore agli incontri concernenti le questioni di politica nazionale in materia di diritti umani le questioni della tolleranza, del pluralismo e della libertà d’espressione. In particolare, si è parlato della situazione degli immigrati in Svizzera e in Russia, nonché delle misure volte a combattere il razzismo e a promuovere la tolleranza religiosa. È stata inoltre affrontata la questione delle discriminazioni nei confronti di gruppi specifici come le organizzazioni di omosessuali, bisessuali e transessuali. 

Nell’ambito dei meccanismi internazionali di protezione dei diritti umani, le delegazioni hanno discusso della loro cooperazione in seno al Consiglio dei diritti dell’uomo, nonché delle loro aspettative riguardo al processo di rinnovamento di quest’ultimo, soprattutto nel campo delle procedure speciali. Le due delegazioni hanno anche parlato del bilancio della presidenza svizzera del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa. 

Infine, sono stati presentati i progressi compiuti nei progetti operativi, in particolare nella riforma del sistema di giustizia giovanile in Russia. Nel quadro di questo progetto, la delegazione ha visitato il centro di detenzione per minori nella regione di Toula, ritenuto un centro modello nel settore. Questo progetto è inoltre entrato quest’anno in una fase di collaborazione concreta. Una delegazione di esperti svizzeri è infatti appena rientrata da Toula, dove ha studiato nel dettaglio questo centro. 

La delegazione svizzera ha approfittato poi del suo soggiorno a Mosca per incontrare l’ombudsman della Federazione di Russia, V. P. Loukine, ed Ella Panfilova, presidente del Consiglio dei diritti dell’uomo presso il presidente della Federazione di Russia, oltre a diversi rappresentati della società civile russa.


Informazioni supplementari:

Colloqui e dibattiti sui diritti umani


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri