Berna, Comunicato stampa, 27.05.2010

Questa mattina, in occasione di una conferenza stampa congiunta delle autorità federali, cantonali e comunali interessate, gli organizzatori del XIII Vertice della Francofonia hanno presentato i preparativi, le sfide e le attività concomitanti del Vertice che avrà luogo dal 22 al 24 ottobre 2010 a Montreux.

Il capo del Dipartimento federale degli affari esteri, Micheline Calmy-Rey, ha illustrato, a nome della Confederazione Svizzera, le sfide del XIII Vertice della Francofonia, che si terrà a Montreux dal 22 al 24 ottobre 2010, presentando i temi politici che saranno discussi dai capi di Stato e di governo in occasione della negoziazione della “Dichiarazione di Montreux”, e i preparativi per l’organizzazione del Vertice. 

"In qualità di Paese ospite, la Svizzera desidera fare di questo Vertice un evento conviviale, che risvegli la curiosità e l’interesse del pubblico svizzero", ha dichiarato. A questo scopo, nei mesi che precedono il Vertice di Montreux è previsto un ricco programma di eventi, denominato “Verso il XIII Vertice”, che comprende collaborazioni con diversi festival culturali, avvenimenti accademici e manifestazioni su grandi temi della francofonia quali democrazia e diritti umani; sviluppo sostenibile; lingua francese e diversità culturale. 

Il Cantone di Vaud, nella persona di Pascal Broulis, presidente del Consiglio di Stato, si è dichiarato orgoglioso e onorato di ospitare il XIII Vertice della Francofonia. Nel suo intervento, Pascal Broulis ha sottolineato la qualità delle strutture congressuali a disposizione, che permettono al Cantone di Vaud di accogliere manifestazioni internazionali importanti in condizioni di sicurezza ottimali. "Il Cantone di Vaud dà ancora una volta prova della sua tradizionale apertura, che gli permette di farsi conoscere in Svizzera e all’estero e di esprimere in modo concreto la sua vocazione all’accoglienza”, ha sottolineato Broulis. Per quanto riguarda le manifestazioni che saranno organizzate nel Cantone, Pascal Broulis ha ricordato il Dies Academicus dell’Università di Losanna a giugno, nel corso del quale il Segretario generale della Francofonia Abdou Diouf riceverà un dottorato honoris causa, la mostra della Biblioteca cantonale e universitaria di Losanna (BCU) sulla letteratura africana, che avrà luogo durante l’estate, nonché l’idea di offrire un “Passaporto Musei”, che consentirà ai partecipanti al Vertice di accedere gratuitamente ai musei cantonali. 

Il sindaco di Losanna, Daniel Brélaz, ha annunciato che l’Associazione internazionale dei sindaci francofoni (AIMF) terrà la sua annuale assemblea generale il 20 e 21 ottobre prossimi a Losanna, a margine del Vertice della Francofonia. “La città di Losanna è fiera di organizzare questo incontro, dedicato alla collaborazione tra città e università per uno sviluppo locale e di ospitare i rappresentanti di circa 200 città e associazioni cittadine provenienti da 48 Paesi”, ha affermato davanti alla stampa. La città di Losanna, membro dell’AIMF sin dagli anni 1990, ha intensificato negli ultimi anni gli scambi con l’associazione e dal 2008 presiede la commissione “Città e sviluppo sostenibile”. 

Infine, Pierre Salvi, sindaco di Montreux, si è detto contento dell’arrivo a Montreux di un tale vertice e dell’apertura al mondo che esso rappresenta per gli abitanti della regione. Ha menzionato in particolare l’accoglienza e le attività volte a permettere l’incontro tra la popolazione e i delegati e la scoperta della diversità della Francofonia e delle sue manifestazioni. Sarà infatti allestito un Villaggio della Francofonia presso il mercato coperto e nei suoi dintorni, dove ogni giorno, dal 17 al 24 ottobre, sarà possibile partecipare a un tour del mondo della Francofonia, assistere a diversi spettacoli folcloristici, scoprire altre culture e condividere prodotti del territorio di Montreux e del Cantone di Vaud, come ha spiegato Pierre Salvi.


Informazioni supplementari:

Bienvenue en Suisse et en Francophonie !


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri

Ultima modifica 13.01.2023

Contatto

Comunicazione DFAE

Palazzo federale ovest
3003 Berna

Telefono (solo per i giornalisti):
+41 58 460 55 55

Telefono (per tutte le altre richieste):
+41 58 462 31 53

Inizio pagina