Il Consiglio federale approva l

Berna, Comunicato stampa, 26.08.2009

In data odierna il Consiglio federale ha approvato l'accordo complementare tra la Comunità europea, la Confederazione Svizzera e il Principato del Liechtenstein sulle modalità di partecipazione della Svizzera alle attività dell'Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne (FRONTEX).

Il 13 febbraio 2008 il Consiglio federale ha sottoposto alle Camere federali il messaggio relativo al recepimento del regolamento che istituisce l'Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne (FRONTEX) e del regolamento che istituisce le squadre di intervento rapido alle frontiere (regolamento RABIT); quest'ultimo atto contiene una modifica del regolamento FRONTEX. L'Agenzia si prefigge di semplificare l'applicazione delle misure comunitarie attuali e future nell'ambito della sorveglianza delle frontiere esterne degli Stati membri dell'UE. Ciò consente a FRONTEX di richiedere l'intervento di guardie di confine svizzere per impieghi temporanei. Tuttavia, ai singoli Paesi viene lasciata la responsabilità della sorveglianza di tali frontiere.

Il recepimento dei due suddetti regolamenti ha reso necessaria la conclusione di un accordo complementare con la Comunità europea, che disciplina le modalità di partecipazione del nostro Paese e del Principato del Liechtenstein a FRONTEX. L'accordo verte segnatamente sull'esercizio del diritto di voto e sul contributo finanziario della Svizzera a FRONTEX. Secondo stime, tale contributo oscillerebbe mediamente dai 2,3 ai 2,7 milioni di franchi l'anno. Inoltre, d'intesa con gli altri Stati Schengen, la Svizzera realizzerà progetti volti a lottare contro la migrazione illegale alle frontiere esterne. L'accordo complementare è stato parafato il 19 gennaio 2009.

Nel contempo, in occasione della sua seduta odierna, il Consiglio federale ha approvato l'ordinanza sulla cooperazione operativa con gli altri Stati Schengen in materia di protezione delle frontiere esterne dello spazio Schengen (OCOFE). Tale ordinanza disciplina nel dettaglio la cooperazione operativa alle frontiere esterne dello spazio Schengen.


Indirizzo per domande:

Daniel Etter, Direzione generale delle dogane, tel. 031 322 68 15
Hans-Georg Nussbaum, Direzione generale delle dogane, tel. 031 322 65 88


Editore

Dipartimento federale delle finanze
Dipartimento federale dell
Dipartimento federale degli affari esteri