Inizio pagina

Berna, Comunicato stampa, 03.04.2009

Il 31 marzo 2009 la Svizzera ha comunicato all'UE che alla fine di settembre 2009 ritirerà il distaccamento di trasporto aereo dalla missione di stabilizzazione EUFOR ALTHEA in Bosnia e Erzegovina. Hanno inciso in modo determinante su tale decisione due motivi: da un lato, le Forze aeree non sono in grado di proseguire l'impiego poiché manca personale, dall'altro, in seguito al miglioramento della situazione in materia di sicurezza in Bosnia e Erzegovina, vi sarà un riorientamento dell'operazione ALTHEA. I due team di collegamento e di osservazione rimarranno sul posto sino al riorientamento della missione. Quando ciò avrà avuto luogo, sarà verificata la continuazione della partecipazione svizzera.

Dal mese di maggio 2005 l'esercito svizzero partecipa con un distaccamento elicotteristico (due elicotteri da trasporto del tipo Cougar) alla missione di stabilizzazione dell'Unione europea EUFOR ALTHEA in Bosnia e Erzegovina. Grazie all'elevata disponibilità e alla precisione nell'adempimento della missione, il distaccamento delle Forze aeree svizzere in Bosnia e Erzegovina si è conquistato per l'intera durata dell'impiego il rispetto di tutte le nazioni coinvolte.

In seguito alla carenza di personale, che con l'introduzione del nuovo elicottero da trasporto EC 635 sarà ancora più accentuata, le Forze aeree svizzere non sono in grado di garantire l'impiego del distaccamento elicotteristico della missione EUFOR ALTHEA per una durata indeterminata. Le Forze aeree hanno pertanto chiesto di essere esonerate da tale incarico.

EUFOR ALTHEA ha ampiamente adempiuto il suo compito militare. La missione ha contribuito sensibilmente a migliorare la situazione in materia di sicurezza e allo stato attuale un ritorno al confronto militare appare improbabile. Un'ulteriore riduzione dell'effettivo della missione EUFOR ALTHEA senza adeguarne il mandato fondamentale non è opportuna dal profilo militare. L'UE ha quindi vagliato la possibilità di concludere la missione nella sua forma attuale e trasformarla in una missione di consulenza senza funzioni esecutive a livello militare. Il 3 marzo 2009, in occasione dell'incontro del Committee of Contributors, la Svizzera si è pronunciata a favore di questo riorientamento. Il 12/13 marzo 2009 i Ministri della Difesa dell'UE si sono a loro volta pronunciati a favore del riorientamento. Il 16/17 marzo 2009 il Consiglio dei Ministri degli esteri dell'UE – che ha la facoltà di decidere – ha concluso che, in considerazione della situazione politica in Bosnia e Erzegovina, non era ancora giunto il momento per un riorientamento.

In considerazione del miglioramento della situazione in materia di sicurezza in Bosnia e Erzegovina, del prevedibile riorientamento della missione EUFOR ALTHEA e dei problemi di effettivo delle Forze aeree svizzere, il Consiglio federale ha deciso di concludere alla fine di settembre 2009 l'impiego del distaccamento elicotteristico e di ritirare in tale data i due elicotteri da trasporto dalla missione. Il 31 marzo 2009 la Svizzera ha comunicato tale decisione all'European Union Operation Commander.

La Svizzera continuerà tuttavia a partecipare alla missione EUFOR ALTHEA. Sino al prevedibile riorientamento della missione, la Svizzera rimarrà sul posto con i suoi due team di collegamento e di osservazione. Quando saranno disponibili informazioni sicure in merito al mandato, al concreto fabbisogno e alle condizioni quadro, occorrerà verificare in quale forma la Svizzera continuerà a partecipare alla missione dopo il riorientamento.


Indirizzo per domande:

Michael Vogt
Direzione della politica di sicurezza
031 324 73 54

Comunicazione DFAE
031 322 31 53


Editore

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
Dipartimento federale degli affari esteri

Ultima modifica 28.01.2022

Contatto

Comunicazione DFAE

Palazzo federale ovest
3003 Berna

Telefono (solo per i giornalisti):
+41 58 460 55 55

Telefono (per tutte le altre richieste):
+41 58 462 31 53