Un approccio basato sulle cause principali delle fragilità e sulla resilienza

La Svizzera ha notevolmente incrementato il proprio sostegno alle regioni fragili e colpite da conflitti. Il messaggio concernente la cooperazione internazionale 2017-2020, approvato dal Parlamento, ha aumentato del 50% l’aiuto bilaterale accordato a questi Paesi.

Tali fondi sono stanziati per lottare contro le cause dei conflitti, per rafforzare la società civile, per incentivare il rispetto dei diritti umani e per promuovere una governance responsabile a livello nazionale e locale.

La DSC è attiva in numerosi Paesi e regioni interessati da conflitti, latenti o attivi, e colpiti in modo significativo da una o più dimensioni della fragilità, in particolare in Afghanistan, in Nord Africa, in Burundi, nel Corno d’Africa, ad Haiti, nel Mali, in Myanmar e in Nepal.

Nuovi percorsi per la cooperazione allo sviluppo

Nel 2015 gli Stati membri dell’ONU hanno adottato l’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile. L’Obiettivo di sviluppo sostenibile n. 16 (OSS 16) stabilisce un legame diretto tra sviluppo sostenibile e società pacifiche e inclusive e istituzioni forti. Questo obiettivo definisce la pace come un soggetto legittimo dello sviluppo e concretizza così l’impegno preso a Busan nel 2011 a favore di un «new deal» per l’impegno negli Stati fragili.

Le considerazioni umanitarie, l’obiettivo di uno sviluppo sostenibile e il miglioramento della sicurezza mondiale sono altrettante ragioni che depongono a favore di un impegno particolare nei contesti fragili, nonostante i maggiori rischi che esso presenta. Questo impegno si colloca al crocevia delle grandi agende internazionali per il mantenimento della pace, per l’umanità o per i diritti umani. Tale impegno riconosce infine la necessità di adattare ogni intervento al proprio contesto, tenendo conto di tutta la sua complessità.

Lottare contro le fragilità consente di raggiungere le persone più a rischio di essere trascurare

Le comunità più a rischio sono quelle colpite da conflitti armati cronici e da altre forme di violenza, dal mancato accesso alla giustizia, da una corruzione dilagante, dal mancato rispetto dei diritti umani o da istituzioni non inclusive e che non si assumono le proprie responsabilità.

I Paesi caratterizzati da una situazione di fragilità sono quelli che hanno ottenuto i risultati meno soddisfacenti nel quadro degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM) prima del 2015 e rischiano anche di essere trascurati nell’ambito della realizzazione degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) entro il 2030. Per tale ragione, lottare contro le varie forme di fragilità contribuisce direttamente a raggiungere le popolazioni trascurate e in particolare quelle più vulnerabili.

Documenti

Progetti attuali

Oggetto 1093 – 1099 di 1099

Kant Water Supply Project

01.06.2013 - 31.12.2019

SECO has a longstanding partnership with the Kyrgyz Government aiming to develop and strengthen the urban water and sewerage sector of the country. Responding to the significant institutional and infrastructural needs, SECO engaged in 2013 in the Kant Water Supply Project (Phase I) on co-financing basis with EBRD. The municipality and water company have engaged in a public private partnership scheme. The project will rehabilitate the water and partly the waste water infrastructure of Kant and improve the management of the water company. The project with an overall budget of EUR 7,65 million, will be financed by an EBRD loan of EUR 1,5 mio., a grant by EBRD of EUR 0,45 mio. and a grant by SECO of EUR 5,7 mio.



Wealth Accounting and Valuation of Ecosystem Services

01.03.2013 - 31.12.2019

Human wellbeing is highly dependent on ecosystems and biodiversity, yet these critical natural resources are being degraded at alarming rates. Part of the solution lies in better informed policy making, in both public and private sectors, which take into account the full value of the benefits from ecosystems. WAVES and the Natural Capital Accounting Program help developing countries to value their natural capital and ecosystem services and how to use this information for policy making in favour of a sustainable development.


Public finance management - Subnational Strengthening Program

14.02.2013 - 31.12.2019

This program aims at providing technical assistance and training to Peruvian subnational governments in the area of public finance management (PFM). The objective is to improve public services delivery and increase cost transparency at the decentralized level. In Peru, regional governments and local governments represent more than 40% of total public spending. However, very little systematic action has been directed so far to support the strengthening and modernization of regional and local governments, thus reducing the capacity of sub-national governments to soundly deliver key public services in areas such as education, health, water and sanitation, waste management, public transport, and security.


Municipal Solid Waste Management Project - Chiclayo Limpio

01.01.2012 - 30.06.2020

Switzerland supports the Peruvian city of Chiclayo in improving the management of the generated municipal solid waste in an integrated manner. The Project has pilot character and will serve the Ministry of Environment and other Peruvian muncipalities as a model.


Partnership for Market Readiness

01.01.2011 - 31.12.2020

The Partnership for Market Readiness (PMR) is a forum for collective action and a fund to support capacity building to scale up climate change mitigation. The PMR brings together more than 30 countries, international organizations, and technical experts to facilitate country-to-country exchange and enables enhanced cooperation and innovation.


Dam Safety Monitoring and Rockfall protection

01.01.2010 - 31.12.2019

The overall objective of the Contribution is to assist the competent Albanian Institutions and the Albanian Power Corporation KESH in raising the safety of the dams at Drin and Mat River Cascades to European standards.

Oggetto 1093 – 1099 di 1099