Agricoltura e sicurezza alimentare

Le donne mettono il riso in un campo bagnato.
Nelle zone rurali l'agricoltura è spesso ancora la sola fonte di attività. © CGIAR

La fame e la denutrizione mettono in pericolo non solo la salute degli individui, ma essenzialmente anche lo sviluppo di interi Paesi. La DSC s’impegna affinché tutti abbiano un’alimentazione adeguata, sufficiente e di buona qualità. In quest’ottica attribuisce importanza all’intera catena della creazione di valore dei generi alimentari, che inizia dai campi nei quali si producono gli alimenti, prosegue con lo stoccaggio, la lavorazione, i mercati, il commercio, i trasporti e finisce sulle tavole dei consumatori.

La DSC si impegna a livello mondiale per il diritto degli esseri umani a un’alimentazione adeguata. Pianifica le sue attività con l’obiettivo di dare alle fasce della popolazione più povere e svantaggiate come i piccoli agricoltori, le donne e i giovani un accesso equo al sapere, alle risorse produttive e ai mercati. In questo contesto la DSC sostiene queste fasce della popolazione nell’uso produttivo e parsimonioso delle risorse naturali, nella gestione degli effetti del cambiamento climatico, nello stoccaggio e nella commercializzazione dei loro prodotti e nel costante adattamento a condizioni ambientali sempre diverse. In tutto questo, essa presta particolare attenzione alla conservazione della biodiversità altamente minacciata. Al contempo lavora anche per creare sistemi di consulenza e ricerca orientati alle esigenze.

La DSC promuove inoltre innovazioni lungo le catene di creazione di valore dei generi alimentari, che consentono ai consumatori e alle consumatrici un’alimentazione sana e variata nonché l’accesso ad alimenti adeguati, sia nelle aree rurali che in quelle urbane.

Un’agricoltura sostenibile che assicura un’alimentazione sana e preservi la biodiversità è la base per garantire a tutti il diritto a un’alimentazione adeguata. Alla luce di questo obiettivo, la Svizzera s’impegna nel settore della sicurezza alimentare nell’ambito della cooperazione internazionale. In quest’ottica l’agricoltura svizzera, con la sua produzione alimentare multifunzionale orientata all’equilibrio sociale e regionale, basata sulle famiglie e rispettosa dell’ambiente, funge da modello.

Accesso all'alimentazione

Affermare il diritto a un’alimentazione adeguata per le fasce di popolazione più povere e svantaggiate con sistemi alimentari equi («dal campo al piatto»).

Produzione, consulenza e commercializzazione

Sostenere i piccoli agricoltori e agricoltrici e le loro organizzazioni nella produzione sostenibile, nello stoccaggio e nella commercializzazione delle loro derrate.

Diritti fondiari

Accesso equo alla terra e alle risorse naturali per rafforzare l’autonomia delle comunità rurali.

Biodiversità

Conservare la varietà delle piante utili e migliorare i sistemi delle sementi puntando sulle conoscenze della popolazione locale e garantendo la conservazione delle specie tradizionali.

Combattere la desertificazione e l’erosione del suolo

Proteggere e conservare la fertilità dei suoli.

Aiuto alimentare

Garantire alle persone colpite da situazioni di conflitto, crisi e catastrofi la fornitura di generi alimentari di base nonché di altri prodotti e servizi.