Benin

La cooperazione svizzera incoraggia gli attori privati e pubblici del Benin a sviluppare una nazione solidale basata sul progresso e sulla giustizia sociale, puntando sulla riduzione della povertà. Il sostegno che offre riguarda i settori del buongoverno locale, dello sviluppo economico rurale, dell’istruzione di base e della formazione professionale.

Cartina del Benin
DFAE

Il Benin, piccolo Stato costiero, occupa una posizione strategica nell’Africa occidentale, poiché collega il Sahel al Golfo di Guinea. Con un tasso di crescita demografica molto elevato e un sottosuolo povero di risorse, il Paese stenta a offrire alla popolazione servizi di qualità in quantità sufficiente. L’economia del Benin si basa principalmente sull’agricoltura, in particolare sulla coltivazione del cotone, e sul commercio legato al porto di Cotonou.

Sebbene nel 2020 il Benin sia uscito dal gruppo dei 25 Paesi più poveri, al suo interno permangono disuguaglianze molto forti: la crescita è poco inclusiva e le famiglie con un reddito basso rappresentano ancora una percentuale elevata nelle zone rurali e periurbane. Il Paese è inoltre confrontato con una crescente insicurezza, soprattutto nelle regioni del Nord.

Malgrado i numerosi ostacoli al suo sviluppo, il Benin beneficia di una stabilità politica che favorisce una cooperazione duratura. La Svizzera sostiene i vari attori pubblici e privati della società beniniana nel ridurre la povertà, concentrando il proprio impegno nei dipartimenti frontalieri di Borgou, Alibori, Atacora e Donga nel Nord del Paese.

Decentralizzazione e buongoverno locale

Strutture che rispondono ai bisogni delle popolazioni

La DSC appoggia la decentralizzazione delle strutture statali auspicata dal Governo del Benin, il cui obiettivo è avvicinarsi alle cittadine e ai cittadini per rispondere meglio ai loro bisogni aumentando la qualità dei servizi. La DSC lavora con le amministrazioni locali e le organizzazioni della società civile fornendo il proprio sostegno nei seguenti settori:

  • creazione di radio comunitarie per informare la popolazione;
  • organizzazione di sedute pubbliche per le cittadine e i cittadini nelle quali intervengono le persone elette;
  • aiuto al trasferimento delle risorse finanziarie dal livello centrale dello Stato alle comunità;
  • rafforzamento della parità di genere nella società beniniana.

Buongoverno

Uguaglianza tra donne e uomini

Sviluppo economico rurale

Creare impieghi che generano redditi

La cooperazione svizzera auspica che le aziende agricole a conduzione familiare aumentino la loro produzione per potenziare la sicurezza alimentare del Paese e favorire la creazione di altri settori di attività che creino impieghi in ambito rurale e periurbano. A questo scopo sostiene la modernizzazione di tali aziende e collabora con le organizzazioni dei contadini.

La cooperazione svizzera promuove:

  • la crescita di piccole e medie imprese, offrendo loro una formazione negli ambiti tecnici e della gestione;
  • lo sviluppo dell’imprenditorialità legata alle attività agricole e commerciali;
  • la creazione di infrastrutture economiche rurali redditizie.

Agricoltura e sicurezza alimentare

Istruzione di base e formazione professionale

Offrire alternative alle e ai giovani esclusi dal sistema scolastico

La DSC si batte per un’istruzione inclusiva che offra opportunità a tutti e consenta a bambini, giovani e adulti senza formazione scolastica o con una formazione insufficiente di acquisire competenze grazie alle quali poter non solo ottenere un impiego redditizio, ma anche esercitare la propria cittadinanza.

In questo contesto, il sostegno della DSC concerne per esempio:

  • l’offerta di programmi di alfabetizzazione;
  • la diffusione di giornali nelle lingue locali per facilitare l’alfabetizzazione;
  • l’elaborazione di formazioni professionali adattate al contesto rurale, promuovendo l’approccio duale.

Istruzione di base e formazione professionale

Approccio e partner

Accanto al programma di cooperazione 2022-2025 attuato dalla DSC, dal 2020 il Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) elabora misure complementari tramite la SECO, in particolare nel settore dello sviluppo urbano. La Divisione Pace e diritti umani (DPDU) è dal canto suo impegnata a livello regionale nella prevenzione dell’estremismo violento.

I principali partner della Svizzera in Benin sono:

  • ministeri e comunità territoriali;
  • organizzazioni della società civile;
  • settore privato;
  • ONG locali e internazionali;
  • organizzazioni e donatori bilaterali, regionali e multilaterali
  • università e istituti di ricerca nazionali e internazionali.

Progetti attuali

Oggetto 13 – 16 di 16

Entrepreneuriats Stratégiques Pour des Opportunités d’Investissements Renforcés (ESPOIR)

01.03.2018 - 31.03.2024

Ce programme contribue à l’émergence des microentreprises privées béninoises de jeunes et des Petites et Moyennes Entreprises (PME) agroalimentaires pour assurer une croissance économique durable, une augmentation d’emplois et de revenus, et une alimentation nutritive (sécurité alimentaire). Il porte l’espoir de toute une génération d’entrepreneurs, et permet de répondre en partie au défi démographique par la création d’emplois.


A FONDS: Appui au FOnds Nationaux de Développement du Secteur agricole

01.07.2017 - 30.11.2022

Le Bénin a besoin d’un dispositif national pour le financement du secteur agricole. La DDC soutient l’Etat béninois et le secteur privé dans la mise en place de dispositifs communs et pérennes de financement du secteur. Le but est de renforcer la productivité, la compétitivité des productions agricoles et la résilience des systèmes de productions aux effets des variations climatiques. Ceci devrait contribuer à créer des emplois pour les jeunes.


Migliori servizi pubblici in 14 comuni del Benin

Una donna stringe la mano a un uomo davanti a un cartello su cui si vede lo stemma della Svizzera e il nome dei due comuni coinvolti nella costruzione di un ponte.

01.01.2017 - 30.06.2022

Continua il decentramento dei servizi pubblici nel Benin. La DSC concentra le sue attività in questo campo in due dipartimenti del Paese. Dal 2008, data del lancio del primo programma di sostegno, sono stati fatti progressi significativi.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Benin
Governance
Sanità
Stato di diritto - democrazia - diritti dell'uomo
Decentralizzazione
Malattie infettive
Politica del settore pubblico
Sviluppo legale e giudiziario

01.01.2017 - 30.06.2022


CHF  8’700’000



Global Water Security and Sanitation Partnership (GWSP) - Phase II

01.11.2019 - 30.06.2023

The GWSP is a leading global "think tank" of the World Bank to address the water and sanitation challenge in an integrated manner, as set out in the Sustainable Development Goals. GWSP advances innovative global knowledge production and exchange as well as builds capacity through country-level support across regions.

Oggetto 13 – 16 di 16