Lancio della gestione globale delle conoscenze «Migrazione e sviluppo»

Articolo, 18.09.2013

Con il lancio a Ginevra della piattaforma «Partenariato globale delle conoscenze per la migrazione e lo sviluppo» (KNOMAD), i ricercatori e le ricercatrici di tutto il mondo sono invitati a condividere le proprie conoscenze, a generarne di nuove e a renderle accessibili al pubblico. La Svizzera sostiene finanziariamente questo nuovo strumento della Banca Mondiale e fa parte del comitato direttivo.

La Svizzera s'impegna già da parecchi anni per sfruttare il potenziale della migrazione a favore dello sviluppo sostenibile e per lottare contro le conseguenze negative come la tratta degli esseri umani. Fatti consolidati e statistiche rilevanti sono strumenti di lavoro indispensabili. Il «Partenariato globale delle conoscenze per la migrazione e lo sviluppo» (KNOMAD), sostenuto dalla DSC e attuato dalla Banca Mondiale, dovrebbe diventare il punto di riferimento della gestione delle conoscenze in questo ambito. KNOMAD sarà lanciato l'11 settembre 2013 a Ginevra in presenza del direttore della DSC, Ambasciatore Martin Dahinden, e di rappresentanti di alto rango della Banca Mondiale e di altre organizzazioni partner.

Piattaforma per i ricercatori

L'obiettivo principale di KNOMAD consiste nel permettere ad attori statali e non statali di accedere a fatti, statistiche e conoscenze nell'ambito della migrazione e dello sviluppo. Per la prima volta in questa misura si chiede a ricercatori di tutto il mondo di riunire le proprie conoscenze su una piattaforma. Inoltre, grazie alla partecipazione di esperti riconosciuti a livello internazionale si dovrebbero generare nuove conoscenze. Le informazioni raccolte sono accessibili in modo semplice attraverso l'utilizzazione di tecnologie moderne, rendendole di dominio pubblico. Coinvolgendo i partner nei Paesi emergenti e in via di sviluppo si dovrebbe far luce a livello accademico anche su temi finora poco studiati, come le ripercussioni della migrazione Sud-Sud. Anche la società civile trae profitto da KNOMAD, poiché può presentare la propria attività a un ampio pubblico e utilizzare i prodotti della piattaforma. Inoltre, KNOMAD può effettuare, su richiesta, studi specifici o fornire dati che possono essere utilizzati dagli Stati per lo sviluppo politico.

Infine, la piattaforma assumerà anche un ruolo fondamentale nell'ambito dei dialoghi internazionali su migrazione e sviluppo, per esempio nel «Forum globale su migrazione e sviluppo» (GFMD).

La Svizzeranel comitato direttivo

Già negli anni 1990 la Banca Mondiale ha sottolineato l'importanza della conoscenza nell'ambito della cooperazione internazionale ed è un pioniere nella gestione delle conoscenze nel settore migrazione e sviluppo.

La Svizzera, attualmente la maggior donatrice, sostiene questo progetto pluriennale con 5 milioni di franchi. Ciò le permette, come membro del comitato direttivo, di influenzare direttamente l'ulteriore sviluppo di KNOMAD. Come l'intera comunità internazionale, anche la Svizzera trarrà profitto da KNOMAD, utilizzando le conoscenze e le informazioni per progetti sul campo o nell'ambito della partecipazione a processi internazionali. Beata Godenzi, capo del programma globale Migrazione e sviluppo della DSC, è inoltre presidente di uno dei 12 gruppi di lavoro tematici del KNOMAD, ossia il «Technical Working Group on Policy and Institutional Coherence».

Il KNOMAD nel web: www.knomad.org