Rafforzamento del sistema sanitario in Albania


La DSC si impegna a favore del potenziamento dell’assistenza sanitaria di base. ©DSC

Il programma «Salute per tutti», lanciato nel 2015 dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DEZA), ha l’obiettivo di migliorare la salute della popolazione, in particolar modo nelle regioni albanesi di Fier e Dibër. Si presta particolare attenzione al coinvolgimento dei gruppi svantaggiati della popolazione.

RegionCountry Topic Period Budget
Albania
Sanità
Rafforzamento dei sistemi sanitari
Servizi medici
Assistenza sanitaria primaria
15.10.2013 - 30.04.2020
CHF 10'000'000

Il crollo del comunismo in Albania e l’emigrazione a tratti massiccia di personale sanitario qualificato hanno portato a un indebolimento del sistema sanitario del Paese. Mancano un’infrastruttura ed equipaggiamenti adeguati nonché personale qualificato e una gestione efficace. Nel quadro del programma «Salute per tutti», la DSC promuove la riforma del sistema sanitario e rafforza l’assistenza sanitaria di base. Inoltre la DSC s’impegna affinché i gruppi socialmente vulnerabili abbiano un accesso paritario all’assistenza sanitaria. Il programma attua misure pilota nelle regioni di Dibër e Fier ed elabora raccomandazioni per la riforma del sistema sanitario. 

Accento sull’assistenza sanitaria primaria 

L’assistenza medica di base deve essere resa accessibile a tutte le persone ed essere amministrata in modo efficiente. La DSC collabora strettamente con il Ministero della salute albanese, varie organizzazioni della società civile e le amministrazioni comunali delle regioni prioritarie selezionate. Al fine di rafforzare l’accesso della popolazione al sistema sanitario e alla sanità nel suo insieme, vengono adottate ad esempio le seguenti misure.

  • Rafforzamento delle capacità gestionali: le capacità gestionali sono rafforzate a livello locale e regionale per sostenere localmente l’assistenza sanitaria di base e organizzarla in modo più efficiente.
  • Misure di perfezionamento professionale per il personale sanitario: il miglioramento dell’assistenza medica di base presuppone anche un’adeguata formazione del personale sanitario. Nel quadro del programma, ai professionisti del settore sanitario, come medici o personale di cura, viene offerta la possibilità di seguire corsi di perfezionamento paralleli all’attività professionale. Le misure di perfezionamento servono ad alimentare la competenza specialistica del personale sanitario con un aggiornamento regolare.
  • Infrastruttura: nella misura del necessario, le infrastrutture sanitarie vengono ristrutturate e gestite più oculatamente al fine di garantirne la qualità.
  • Coinvolgimento della popolazione: la società civile può rivestire un ruolo determinante nella promozione della salute e nell’assistenza medica. Contribuisce a fare in modo che l’offerta dei servizi sanitari corrisponda ai bisogni effettivi e che i mezzi finanziari disponibili vengano impiegati correttamente. Inoltre il coinvolgimento della popolazione aumenta la trasparenza e obbliga i prestatori di servizi sanitari locali a rendere conto del proprio operato, contribuendo quindi considerevolmente alla lotta contro la corruzione nel settore.
  • Finanziamento: nel settore sanitario la prassi di pretendere pagamenti sottobanco dai pazienti è tuttora molto diffusa. La riforma del finanziamento del sistema sanitario sostenuta dalla DSC è finalizzata a migliorare l’accesso a un’assicurazione sanitaria nazionale per tutti e a far sì che vi siano più mezzi a disposizione dell’assistenza medica di base. In futuro si intende così garantire l’accesso alle prestazioni sanitarie di base anche alla popolazione povera. 

Rafforzamento della consapevolezza nei confronti della salute e prevenzione delle patologie non trasmissibili 

Le patologie non trasmissibili sono una causa di morte molto frequente in Albania. Queste patologie sono ad esempio il diabete, le malattie cardiovascolari e respiratorie e il cancro come pure i disturbi psichiatrici. Nel sistema sanitario albanese la promozione di una maggiore consapevolezza nei confronti della salute e la prevenzione, due elementi centrali nella lotta contro le patologie non trasmissibili, sono pratiche ancora poco consolidate. Per questo motivo il programma mira a sensibilizzare le persone in merito a un comportamento consapevole rispetto alla salute. Imparano così a riconoscere l’importanza di un’alimentazione sana e dell’attività fisica, ma anche ad apprezzare i benefici dei contatti sociali e a rendersi conto che il tabagismo e il consumo di alcool aumentano i rischi per la salute. La prevenzione delle patologie non trasmissibili comprende anche il ricorso a esami medici preventivi.

Ulteriori informazioni