Migliori strutture governative regionali e locali per l'Albania

Progetto concluso
Local council members in Kukës, North Albania, during a training on the new public administration law.
Rappresentanti governativi locali della regione di Kukës, nel Nord dell’Albania, partecipano a un incontro formativo. © DFAE

Dal 2010 la DSC sostiene insieme al Consiglio d'Europa un programma di decentralizzazione a livello locale e regionale in Albania. Attraverso il progetto «Rafforzamento delle strutture dei Governi Locali» viene tra l'altro ampliata la collaborazione tra i Comuni, migliorata la gestione del personale a livello locale e rafforzato il coinvolgimento dei Governi locali nei processi decisionali nazionali.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Albania
Governance
Decentralizzazione
15.08.2012 - 30.06.2017
CHF 2'740'000

Dagli anni ‘90 l'Albania è sulla via per diventare uno Stato democratico e decentralizzato. Nel 1995 è diventata membro del Consiglio d'Europa e, con la firma della «Carta europea dell'autonomia locale», si è impegnata ad adottare il principio dell'autonomia dei Comuni. La Carta stabilisce che le competenze fondamentali dei Comuni siano fissate dalla Costituzione o dalla legge. Grazie a queste solide basi giuridiche, i nuovi governi locali in Albania stanno facendo passi avanti e offrono migliori servizi ai cittadini attraverso un apparato amministrativo scelto secondo principi meritocratici.

Rafforzamento della cooperazione intercomunale come obiettivo principale

Nel giugno 2014 l'Albania ha ottenuto lo statuto di Paese candidato all'adesione all'UE. In linea con i requisiti previsti per l'avvio di negoziati per l'adesione all'UE, la DSC sostiene l'Albania nella transizione verso uno Stato decentralizzato e democratico. Entro la fine del 2015, il progetto intende raggiungere i seguenti obiettivi:

  • promuovere e disciplinare legalmente la cooperazione tra i Comuni. La gestione del personale nelle amministrazioni locali deve diventare più efficiente e più trasparente. I responsabili del personale locali vengono istruiti da specialisti formati appositamente nell'ambito dell'attuazione della nuova «legge del pubblico impiego». Infine i servizi comunali dovranno orientarsi di più alle esigenze dei cittadini; 

  • creare una procedura di consultazione e quindi promuovere lo scambio tra Governi locali e autorità centrali. In questo modo si tiene conto dei bisogni della popolazione locale nell'ambito delle decisioni a livello nazionale;  

  • rafforzare le qualità dirigenziali di giovani politici, impiegati dell'amministrazione e cittadini e assicurarsi che i principi del buongoverno vengano rispettati;  

  • dopo che la riforma territoriale e amministrativa («Territorial and Administrative Reform») ha permesso di ridurre il numero dei Comuni da 373 a 61, il progetto promuove la capacità di azione dei nuovi Governi locali. In Albania vengono accelerati i processi di decentralizzazione attraverso il potenziamento della riforma.

Componente formativa molto marcata

La DSC sostiene finanziariamente la Albanian Academy of Political Studies, che forma complessivmente 120 giovani politici e persone in posizioni dirigenziali. Oltre ai futuri politici anche i sindaci che intendono sviluppare la gestione del personale ricevono un'apposita formazione continua. I temi trattati sono il diritto dell'UE, la comunicazione politica, le strategie di soluzione dei conflitti e l'integrazione di minoranze nel processo politico.

Nell'ambito del progetto vengono formati specialisti che assistono i Governi locali in tutte le questioni riguardanti la nuova «legge del pubblico impiego». 

Gruppi di esperti offrono consulenza e assistenza al Ministero per gli affari locali. Concretamente il progetto offre al Governo albanese un sostegno tecnico nell'ambito dell'attuazione della riforma territoriale e amministrativa

Primi risultati

Il quadro di riferimento giuridico, che disciplina la collaborazione tra i Comuni, è stato rafforzato. Nel 2013 sono stati formati 11 specialisti per promuovere la cooperazione intercomunale. Inoltre è stata promossa in modo sostanziale l'elaborazione di una strategia volta a disciplinare la cooperazione tra i Comuni. 

Offerte di formazione continua ed Helpdesk online hanno sensibilizzato i Comuni albanesi sull'importanza di una gestione del personale moderna.  Nel 2014 tutti i Governi locali erano a conoscenza dell'esistenza di un Helpdesk. Inoltre, 19 rappresentanti dei Governi locali e 82 collaboratori comunali hanno seguito una formazione continua in vista della nuova «legge del pubblico impiego», permettendo così di accelerarne l'attuazione.

Proseguono i lavori per la creazione di una procedura di consultazione volta a coinvolgere i Governi locali nei processi decisionali nazionali, che dovrebbe essere introdotta formalmente nel 2015.

 

Ulteriori informazioni