News

Ordina i risultati per
Seleziona il periodo

Tutte (101)

Oggetto 61 – 72 di 101

I coupon alimentari per garantire la libera scelta dei beneficiari e la vitalità dell’economia locale

Stefan Bumbacher, accompagnato da una collaboratrice del PAM, parla con un gruppo di sfollati.

18.05.2016 — Articolo DEZA

In Siria il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite offre assistenza a quattro milioni di persone che hanno difficoltà a nutrirsi a sufficienza; si tratta in gran parte di sfollati. Nel 2016 la DSC sostiene l’agenzia dell’ONU in Siria con un contributo di 1,3 milioni CHF e attraverso diversi esperti tecnici. Uno di questi coordina i programmi di trasferimento di denaro sviluppati dal PAM come alternativa alla distribuzione diretta di viveri.


Oro mongolo equo e solidale sul mercato mondiale

Ein junger Bergarbeiter zeigt ein Stück Golderz.

10.05.2016 — Articolo DEZA

Dal marzo del 2016 i minatori e le minatrici di XAMODX, fino a poco tempo fa percepiti come criminali, forniscono oro estratto in modo responsabile a un centinaio di marchi di gioielli. XAMODX è stata la prima ONG asiatica a ottenere, per la sua attività di estrazione dell’oro, la certificazione di sostenibilità «Fairmined».


Giornata mondiale contro la malaria: la DSC intensifica il proprio impegno nella lotta contro questa malattia

-

25.04.2016 — Comunicato stampa EDA
Negli ultimi decenni sono stati fatti notevoli passi in avanti nella lotta contro la malaria, non da ultimo grazie all’aiuto della Svizzera. Ciononostante ogni anno si registrano oltre 400 000 decessi, per lo più bambini di meno di cinque anni. Il 25 aprile 2016, in occasione della Giornata mondiale contro la malaria, il direttore della DSC Manuel Sager invita tutti i partner a portare avanti uniti la battaglia contro questa piaga. Solo con un’azione congiunta e rigorosa sarà possibile raggiungere l’obiettivo, posto dalla comunità internazionale, di ridurre la malattia del 90 per cento entro il 2030.


Il consigliere federale Didier Burkhalter riceve il capo dell’UNRWA Pierre Krähenbühl

Didier Bukhalter mentre parla con il capo dell’UNRWA Pierre Krähenbühl. Al centro dei colloqui, la situazione nel Vicino Oriente.

14.04.2016 — Comunicato stampa EDA
Il consigliere federale Didier Burkhalter ha ricevuto questo giovedì a Berna Pierre Krähenbühl, Commissario generale dell’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei profughi palestinesi nel Vicino Oriente (UNRWA). L’incontro si è incentrato sull’evoluzione della situazione in Vicino Oriente e sul sostegno della Svizzera all’UNRWA.


La formazione professionale duale: strumento chiave della cooperazione allo sviluppo

Sin dai suoi inizi, la DSC opera nel settore della promozione della formazione professionale.

14.04.2016 — Comunicato stampa EDA
Per rafforzare la sua azione nel campo della formazione professionale – da sempre una priorità dell’aiuto svizzero – la Svizzera ha creato oggi a Lucerna, tramite la Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), un comitato di donatori con la Germania, l’Austria e il Principato del Liechtenstein. I quattro Paesi metteranno in comune le loro competenze e sosterranno progetti nei Paesi in via di sviluppo per migliorare le prospettive economiche dei giovani e consentire loro di accedere ai mercati del lavoro locali.


Impegno negli Stati fragili: il consigliere federale Burkhalter invita ad adottare misure durature per eliminare le cause dei conflitti

In occasione dell’incontro del Dialogo internazionale sullo sviluppo della pace e la costruzione dello Stato, il consigliere federale Burkhalter invita ad adottare misure durature per eliminare le cause dei conflitti.

05.04.2016 — Comunicato stampa EDA
Le cause della fragilità e dei conflitti violenti possono essere eliminate in modo duraturo soltanto con un impegno a lungo termine da parte di tutti gli attori. È quanto ribadito dal consigliere federale Didier Burkhalter a Stoccolma in occasione del quinto incontro globale del Dialogo internazionale sullo sviluppo della pace e la costruzione dello Stato (International Dialogue on Peacebuilding and Statebuilding, IDPS). I partecipanti all’incontro hanno deciso di comune accordo di portare avanti il «New Deal for Engagement in Fragile States», un piano di riforma che promuove lo sviluppo della pace e la realizzazione di strutture e istituzioni statali. La Svizzera è già molto impegnata nei contesti fragili e amplierà ulteriormente i suoi programmi di aiuto, come previsto nel messaggio del Consiglio federale concernente la cooperazione internazionale 2017-2020. Uno degli obiettivi è anche impedire che le persone, soprattutto giovani, cadano nella rete dell’estremismo violento.


La Svizzera sottolinea l’importanza del ruolo dell’economia privata nell’uguaglianza tra donna e uomo

17.03.2016 — Articolo EDA

L’uguaglianza tra donna e uomo è una priorità della cooperazione internazionale della Svizzera. Il nostro Paese ritiene che l’economia privata  possa svolgere un ruolo essenziale nel promuovere la parità. «Fare impresa in modo intelligente significa promuovere l’empowerment femminile e favorire l’uguaglianza di genere», ha affermato Benno Bättig, segretario generale del DFAE, nel suo discorso di inaugurazione di una tavola rotonda con rappresentanti dell’economia provenienti da ogni parte del mondo. Organizzato da UN Global Compact insieme a UN Women a margine della 60a sessione della Commissione delle Nazioni Unite sulla condizione delle donne (CSW), l’evento sul ruolo svolto dall’economia nell’uguaglianza di genere era incentrato sul rafforzamento economico della donna quale fattore moltiplicatore dello sviluppo sostenibile.


Il Consiglio federale adotta la Strategia per uno sviluppo sostenibile 2016–2019

27.01.2016 — Comunicato stampa Agenda2030

Nella sua seduta odierna, il Consiglio federale ha adottato la «Strategia per uno sviluppo sostenibile 2016-2019». La Strategia contiene prospettive per lo sviluppo sostenibile della Svizzera, definisce obiettivi concreti fino al 2030 e le relative misure di attuazione. La Strategia, che fa parte del messaggio concernente il programma di legislatura 2015-2019, illustra inoltre i contributi previsti dalla Svizzera, nel periodo di legislatura in corso, a favore della nuova «Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile».


«L’eau est un immense paradoxe au Tchad»

22.01.2016 — Comunicato stampa Agenda2030

Rémadji Mani est chargée de programme national au Tchad pour la DDC depuis 2014. Elle est l’invitée de la Conférence annuelle 2015 sur le thème de l’Agenda 2030. Elle s’exprime dans le cadre de la table ronde sur l’universalité dans la pratique de la gestion de l’eau en Tchad et en Suisse. Nous l’avons rencontrée en prémisse de la conférence.




Oggetto 61 – 72 di 101

Comunicato stampa (68)

Notizia (33)