Design

Il coltellino, il carattere tipografico «Helvetica» oppure l’orologio Swatch sono icone del design svizzero, il cui tratto distintivo è la sobria funzionalità.

Orologio ferroviario di Hans Hilfiker
Orologio della stazione di Hans Hilfiker. © DFAE, Presenza Svizzera

Il design svizzero è caratterizzato dall’estetica minimalista, da una forma al servizio della funzionalità e dall’amore per il dettaglio. Si tratta di un design che scaturisce, da un lato, dalla ricerca di soluzioni semplici ai problemi della nuova società industrializzata del dopoguerra e, dall’altro, dalla lunga tradizione litografica svizzera che affonda le proprie radici nella seconda metà del XIX secolo. 

I caratteri tipografici «Helvetica» e «Frutiger», il pelapatate «Rex», il coltellino militare, l’orologio Swatch, la sedia impilabile Landi, i mobili da giardino «Eternit», la sedia «Loop», il tavolino a tre gambe di Jürg Bally, la lampada nuvola di Susi e Ueli Berger oppure l’orologio delle Ferrovie federali di Hans Hilfiker sono tra le icone del design svizzero. In tempi recenti si sono inoltre aggiunte le borse Freitag, realizzate con teloni di autocarri, e le capsule Nespresso. La Svizzera è anche uno dei principali indirizzi di design per i videogiochi. 

Le scuole di design leader in Svizzera sono tre: la Scuola superiore d’arte e di design di Ginevra (HEAD), l’Alta scuola delle arti di Zurigo (ZHdK) e l’Università di arte e design di Losanna (ECAL). In Svizzera si possono inoltre visitare due musei dedicati al design: il Museo di design e arti applicate (mudac) a Losanna e il Museo del design di Zurigo. 

L’Ufficio federale della cultura conferisce ogni anno tre Gran Premi svizzeri e una ventina di premi svizzeri di design. Dal 1991 esiste inoltre il Premio Design Svizzera, che ogni due anni viene conferito ai migliori lavori di designer, aziende e istituzioni svizzere oppure a designer stranieri attivi in Svizzera.