Architettura

La Svizzera è una terra fertile per l’architettura. Le Corbusier, Mario Botta o Herzog & de Meuron sono tra gli architetti più famosi del Paese.

La piscina esterna delle Terme di Vals
Le terme di Vals (Grigioni), piscina esterna immersa nel vapore. © Terme di Vals, M. Spiluttini

Nonostante le sue dimensioni ridotte, la Svizzera ha prodotto un numero considerevole di architetti di fama mondiale. Il più noto è Le Corbusier, nato a La Chaux-de-Fonds nel 1887. Considerato uno dei pionieri dell’architettura moderna, si era prefisso il compito di progettare abitazioni funzionali per le aree urbane. Le sue opere più significative sono la sede delle Nazioni Unite a New York, la Cité Radieuse a Marsiglia e praticamente l’intera città indiana di Chandigarh. Anche in Svizzera si possono ammirare alcune sue opere: ad esempio l’edificio Clarté a Ginevra, la Villa Le Lac a Corseaux, la Maison blanche a La-Chaux-de-Fonds o il Centro Corbusier di Zurigo. 

Nel dopoguerra nacque la «Zürcher Gruppe», che riuniva vari architetti del Politecnico federale di Zurigo tra cui Werner Frey, Jacques Schader, Jakob Zweifel e Franz Füeg. Tra le loro opere figurano la chiesa di S. Pio a Meggen (Cantone di Lucerna) e il Politecnico federale di Losanna. 

Negli ultimi anni hanno attirato l’attenzione sia in Svizzera che all’estero le opere di Mario Botta, Jacques Herzog e Pierre de Meuron, Peter Zumthor e Bernard Tschumi. Mario Botta è l’artefice della strabiliante cappella sull’Alpe Foppa (Cantone Ticino) e del Museo di arte moderna di San Francisco. Herzog & de Meuron hanno progettato il Tate Modern di Londra, lo stadio olimpico di Pechino e, in Svizzera, l’edificio Roche a Basilea. Peter Zumthor è l’autore dei bagni termali di Vals (Cantone dei Grigioni) e Bernard Tschumi ha progettato il Museo dell’Acropoli di Atene.